Pubblicato il

"Sui piani integrati la giunta Bacheca non sta rispettando il bando di interesse"

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – La minoranza, ha protocollato in questi giorni, due interrogazioni importanti su temi urbanistici che riguardano la questione dei Piani Integrati considerati uno dei nodi cruciali che interessano i membri dell’attuale maggioranza. “Ci riferiamo innanzitutto alla delibera 301 del 15 ottobre del 2010 che, in pratica, avvia i procedimenti dei Piani Integrati, dichiarando l’intenzione della maggioranza di portare alcune delle proposte a breve in consiglio comunale – dicono i consiglieri Carlo Mucciola, Francesco Benci, Andrea Bianchi, Massimiliano Fronti, Mauro Trebiani, Paola Rocchi e Stefano Massera – come è noto le proposte sono cinque, tre a Prato del Mare, una al quartiere Alibrandi e una a Quartaccia. L’interrogazione si sofferma su aspetti strettamente politici, perché è su questo piano che l’attuale maggioranza ci sembra fortemente in errore. Secondo noi non sta rispettando neppure il bando di interesse (che risale alla giunta Tidei), pur di favorire in modo non giustificato alcuni Piani Integrati, senza che questi portino un significativo vantaggio alla comunità, né in termini di riqualificazione, né in quello di sviluppo economico. Se è vero che il settore edilizio è in crisi, non è sbloccando grandi lottizzazioni di grandi ditte che si aiutano le imprese locali, semmai, bisognerebbe trovare strumenti legislativi che favoriscano interventi sostenibili in attuazione di strumenti chiari e condivisi di programmazione che favoriscano la ristrutturazione dell’esistente e il miglioramento di quello già costruito”. “Tornando ai Piani Integrati – proseguono i politici – con l’interrogazione chiediamo alla maggioranza di rendere conto su molte questioni che ci sembrano poco chiare e che rischiano di costituire un danno per la città. Fra le altre cose, ci devono ad esempio spiegare perché dopo averne selezionate cinque, per presunte questioni di opportunità politica, sembrano orientati a portarne in consiglio due, Benigni ad Alibrandi e Riccucci a Quartaccia. Quali sarebbero queste questioni di opportunità politica? Una seconda interrogazione, sollecitata dagli stessi abitanti del quartiere è su Prato del Mare. Se l’amministrazione sta per sbloccare nuove costruzioni con lo strumento dei Piani Integrati e se è vero che il promotore di uno dei Piani Integrati è anche lo stesso costruttore della precedente lottizzazione, i cittadini si chiedono (e noi con loro) cosa intende fare l’amministrazione affinché siano rispettati i termini della convenzione, tuttora in essere e non del tutto rispettata. Mancano all’appello varie opere pubbliche promesse e mai realizzate, tra cui un teatro all’aperto. Ci aspettiamo – concludono le opposizioni – che la maggioranza possa rispondere nei termini e cioè entro 30 giorni per la risposta scritta e con una dibattito consiliare al prossimo consiglio utile. Sono questi temi essenziali che riguardano il territorio e quindi la vita di tutti”.

ULTIME NEWS