Pubblicato il

"Sviluppo, occorre puntare sul terziario"

CIVITAVECCHIA – Anche la Confcommercio è intervenuta sulla questione relativa allo sviluppo del territorio, attraverso il dirigente nazionale Tullio Nunzi. “Nei programmi e progetti di sviluppo per Civitavecchia – ha spiegato – nessuno parla del terziario e del turismo. La cosa stupisce perché parlando di turismo si intende una attività economica che in un momento di crisi tiene meglio di altre attività: basti guardare l’andamento delle crociere nel porto e l’andamento delle merci. Si tratta di un settore importante dal punto di vista anche occupazionale che ha bisogno di un approccio sistemico, pensando al turismo come vero modello di sviluppo economico alternativo a quello Enel, rendendo la città a completa vocazione turistica. Occorre un approccio globale coinvolgendo tutti i vari settori e i protagonisti interessati: trasporti, logistica, infrastrutture, ambiente, patrimonio culturale, imprese e sindacati. Sarebbe necessaria una politica integrata e coordinata, a tutti i livelli istituzionali, che avrebbe potuto evitare ad esempio contrasti e fraintendimenti come quello sulla variante termale”.

ULTIME NEWS