Pubblicato il

"Turismo e commercio, servono i programmi"

CIVITAVECCHIA – «In questo periodo elettorale sarebbe bello che qualcuno cominciasse a parlare di programmi e strategie nel settore del commercio e del turismo». Se lo augura il dirigente della Confcommercio Tullio Nunzi per far si che le piccole e medie imprese del terziario possano essere ancora più protagoniste dello sviluppo territoriale. «Allo stesso modo – ha aggiunto – al di là di faraonici progetti futuri e di proclami, sarebbe opportuno pensare ad un approccio integrato alle tematiche del settore turismo, che superi un modello, assai praticato anche a Civitavecchia, di “competenze strette”, passando da una visione di “comparto turismo” ad una più ampia di “sistema turismo”. Pensare ad un assessorato al turismo che dovrebbe agire come soggetto propulsore per gli obiettivi indispensabili per lo sviluppo del settore, coinvolgendo per competenza altri assessorati. In ultimo la necessità di ripensare la città come motore di crescita e di sviluppo soprattutto per l’apporto di servizi. Tutti gli attori del sistema-città sono chiamati, nel rispetto dei ruoli e delle responsabilità, a dare il proprio contributo, a mettere insieme esperienze e capacità professionali. Gli attuali problemi evidenziati da commercianti sui parcheggi e sui vari lavori in corso, forse con tale metodo non si sarebbero create».

ULTIME NEWS