Pubblicato il

"Un trasferimento a discapito della Manzi"

Docenti e amministrativi della scuola media si dicono preoccupati per la dislocazione di due classi della "Galice" nella scuola di via XVI Settembre

Docenti e amministrativi della scuola media si dicono preoccupati per la dislocazione di due classi della "Galice" nella scuola di via XVI Settembre

CIVITAVECCHIA – Il Collegio dei Docenti dell’Istituto Comprensivo “G. Manzi”, nella componente relativa alla scuola secondaria di primo grado, ed il personale di segreteria esprimono seria preoccupazione per lo spostamento, optato dall’Amministrazione Comunale, di due classi della scuola secondaria di primo grado di Via Regina Elena nel plesso di scuola primaria “C. Laurenti” di Via XVI Settembre.
“In tale trasferimento – spiegano infatti docenti e amministrativi – si vede un’espansione della scuola media “E. Galice”, a servizio degli abitanti nella parte sud della città, verso la zona nord dove già opera, con esperienza pluridecennale e con soddisfazione dell’utenza, la scuola media “G. Manzi”. Oggi tale scelta viene definita “provvisoria” e “limitata alle classi di terza media”, ma se questa intenzione venisse cambiata in itinere, fosse reiterata negli anni successivi e si aprissero le iscrizioni anche alle classi di prima media, si verrebbe a creare una totale destabilizzazione nell’equilibrio della naturale distribuzione degli studenti tra le scuole medie cittadine con conseguenze che le vedrebbero coinvolte tutte. Si auspica che l’Amministrazione Comunale valuti attentamente le scelte da operare affinché a tutti i ragazzi siano garantite le migliori e più agevoli condizioni di fruizione del diritto allo studio. Ci si chiede infatti, qualora le due aule della scuola media “E. Galice” nel plesso “C. Laurenti” fossero utilizzate per le classi di prima media, dove saranno ricollocati quegli alunni quando frequenteranno la seconda media? Nel passato non sempre sono state mantenute le promesse fatte ai genitori nel periodo delle iscrizioni creando notevole disagio alle famiglie e dispendio di denaro pubblico”.

ULTIME NEWS