Pubblicato il

Raccolta funghi, via ai corsi organizzati dall'Agraria

TARQUINIA – È ancora una volta grazie all’intervento dell’Università Agraria di Tarquinia che sarà possibile conseguire il necessario tesserino per la raccolta dei funghi, il 24 novembre il via alle lezione presso le sale dell’Ente in via Garibaldi 17, oltre una sessantina gli iscritti. Per Daniele Ricci, Presidente del Consiglio dell’Università Agraria di Tarquinia “si consolida l’impegno e l’attenzione verso una passione, quella legata alla raccolta dei funghi, da vivere nel rispetto delle regole e in tutta sicurezza”. “Grazie ai corsi organizzati con il supporto dell’Ente del Presidente Alessandro Antonelli – dice Ricci – sono oltre 200 i cittadini di Tarquinia che hanno potuto conseguire in questi anni il tesserino abilitante alla raccolta dei funghi, compresi i tipici Ferlenghi. Con la collaborazione con la locale sezione di Polizia ittico-venatoria  stanno partendo controlli a tappeto e chi sarà trovato sprovvisto del tesserino o  colto in flagranza in giorni non adibiti sarà sanzionato. L’Agraria e suoi terreni di proprietà collettiva, in particolare il Pianoro della Civita, sono per tutti identificati con la raccolta dei funghi”. “L’obiettivo – spiega Ricci – partendo dall’esperienza positiva legata alla raccolta dei tartufi, è quello di riservare la raccolta dei ferlenghi ai soli cittadini di Tarquinia, magari costituiti in Associazione, almeno in aree delimitate come quelle del Sic della Civita, siamo a buon punto e prima della fine del mandato contiamo di trovare la soluzione ottimale. Corsi, controlli, riserva ai cittadini di Tarquinia, l’impegno dell’Università Agraria per un’attività come quella della raccolta dei funghi, da sempre legata alla comunità dei cittadini di Tarquinia”. “Abbiamo raccolto – conclude Ricci – le segnalazioni e le richieste della gente, prima che l’Università Agraria si facesse promotrice di simili corsi, occorreva recarsi e frequentarli a Viterbo, grazie alla collaborazione con la Provincia di Viterbo siamo riusciti a decentrare corsi che sono solitamente seguiti sia da giovanissimi che da anziani e che comunque hanno sempre raccolto un numero di adesioni davvero sorprendenti. Ancora una volta l’amministrazione del presidente Antonelli si conferma capace di rispondere con fatti concreti rispetto a chi usa un prodotto locale a soli fini commerciali e lucrativi, la divulgazione e la conoscenza come vera promozione questo è il vero obbiettivo”.

ULTIME NEWS