Pubblicato il

Rapina alla tavola calda: convalidati i quattro arresti dei carabinieri

CIVITAVECCHIA – CERVETERI – Il gip del Tribunale di Civitavecchia ha convalidato i quattro arresti operati dai Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia nella serata del 23.09.2009. I malviventi: T.M. 22enne, S.S. 24enne, K.F.I. 43enne e T.P. 30enne, tutti abitanti a Cerveteri, di fronte alle pesanti accuse a loro carico, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Nella serata del 23.09.2009, i 4 rapinatori dopo l’ennesimo colpo portato a segno ai danni di una tavola calda di via del Pescacchio a Roma, sono stati intercettati dai Carabinieri delle Stazioni di Cerveteri, Torrimpietra e Passoscuro all’uscita dal casello della A12 di Torrimpietra, armati e con l’intera refurtiva a bordo di una Mini Couper, mentre indisturbati stavano raggiungendo la loro base logistica di Cerveteri. I militari, che stavano conducendo accurate indagini su una serie di rapine messe a segno nella zona proprio sul conto degli stessi individui poi tratti in arresto, non appena avuta notizia della rapina perpetrata alla tavola calda, immediatamente hanno attivato il dispositivo di controllo del territorio. Uno dei sospettati è stato visto sfrecciare in sella ad uno scooter di grossa cilindrata, e subito è iniziato un inseguimento; mentre le altre forze in campo hanno bloccato il resto del gruppo a bordo dell’autoveicolo condotto dal noto pregiudicato K.F.I., 43enne tunisino, nato in Francia. Il malvivente, già nel novembre del 2002, dopo essere sfuggito in più occasioni ed aver forzato vari posti di blocco delle FF.PP., aveva innescato un conflitto a fuoco con i militari dell’Arma ed era stato poi arrestato a seguito dell’irruzione nella villa, all’interno della quale si era barricato, ad opera dei G.I.S. (Gruppo di Intervento Speciale dell’Arma dei Carabinieri). Sempre in quell’occasione vennero rinvenute una carabina calibro 22, una carabina ad aria compressa cal.4,5, 22 cartucce a pallini di vario calibro, otto cartucce cal.38 e 42 tra coltelli e pugnali di varie dimensioni. La perfetta organizzazione del servizio e la tempestività d’azione dei carabinieri hanno impedito ogni mossa al gruppo criminale che, nonostante avesse tentato di sottrarsi all’arresto, speronando l’autovettura di un automobilista in transito, con decisione ed in assoluta sicurezza è stato ridotto all’impotenza. Circondati dai militari, disarmati ed immobilizzati, i tre rapinatori con il profitto dell’ultimo colpo sono stati condotti presso il comando stazione carabinieri di Cerveteri. Il quarto componente della banda è stato rintracciato presso l’abitazione di una sua favoreggiatrice di Cerveteri, dove egli riteneva di potersi nascondere. Dopo un nuovo inseguimento l’uomo è stato arrestato. Nel corso dell’operazione, i carabinieri hanno sequestrato una pistola Beretta mod. 84F cal. 9, completa di caricatore e munizioni, oggetto di ricerca, nonché l’intera refurtiva asportata presso la tavola calda, consistente in 1.500 euro circa, ricariche telefoniche ed oggetti in oro rubati agli avventori presenti all’interno del punto ristoro.
I quattro arrestati sono stati quindi tradotti presso la Casa Circondariale di Borgata Aurelia a disposizione dell’autorità giudiziaria.

ULTIME NEWS