Pubblicato il

Rc: "Si dia il via alla raccolta differenziata"

S. MARINELLA – Dare il via al progetto della raccolta differenziata. Questo il parere che esterna Rifondazione Comunista, per ostacolare l’idea di realizzare la discarica ad Allumiere. “Esprimiamo apprezzamento per la mozione contro il protocollo Alemanno-La Russa, votata all’unanimità dal Consiglio Comunale – dicono i rifondatori del Circolo Benedetti Michelangeli – riteniamo, che la difesa della salute dei cittadini, vada considerata una priorità, non barattabile con alcuna compensazione economica (come invece è successo con la riconversione a carbone della centrale Enel) e da affrontare con chiarezza (non come sta succedendo per l’arsenico nell’acqua, di cui ancora non è stato reso noto da Acea il dato esatto). La discarica di Allumiere e l’eventuale combustione di rifiuti non differenziati nella centrale di Tor Valdaliga Nord, costituirebbero un disastro ambientale per l’intero comprensorio, già duramente provato. La mozione, dovrebbe costituire solo l’inizio di una vera e propria strategia, volta a scongiurare l’apertura di altre discariche ed inceneritori nel territorio, puntando con decisione alla raccolta differenziata. Allumiere, grazie alla raccolta “porta a porta”, ha raggiunto in poco tempo l’80 % di differenziata, mentre a Tarquinia sono già stati aboliti i cassonetti dell’indifferenziato. Cosa si fa a S. Marinella? Il nuovo gestore del servizio di raccolta dei rifiuti, la Gesam, intende forse riproporre il pessimo modello di Ama? Sui rifiuti i cittadini attendono dalle amministrazioni locali fatti concreti”.

ULTIME NEWS