Pubblicato il

Renzo Rosati in corsa con il ‘‘Popolo Etrusco’’ nel Pdl

L’ex presidente dell’Università Agraria candidato alla carica di consigliere in Provincia di Viterbo «Il meccanismo proporzionale mi rende l’unico candidato del centrodestra con la possibilità di ottenere il seggio»

L’ex presidente dell’Università Agraria candidato alla carica di consigliere in Provincia di Viterbo «Il meccanismo proporzionale mi rende l’unico candidato del centrodestra con la possibilità di ottenere il seggio»

TARQUINIA – Renzo Rosati si presenta ai cittadini come candidato alla carica di consigliere della Provincia di Viterbo con la lista ‘‘Il Popolo Etrusco’’ nel Pdl. In merito alla sua candidatura, l’ex presidente dell’Università Agraria, fa subito delle precisazioni. «Premesso che la lista in questione è parte integrante del Popolo della Libertà – dice Rosati – tengo a sottolineare con una nota che non vuole essere polemica ma solo di chiarimento, che, ad onor del vero, le modalità di individuazione di Sergio Benedetti, quale candidato del Pdl, sono state certamente singolari. Intanto perché la candidatura di Benedetti è stata imposta dal provinciale senza il coinvolgimento totale della base». «Il metodo di individuazione – spiega Rosati – per la scelta del candidato più rappresentativo nel centrodestra non ha, infatti, seguito la regola di un dibattito democratico e rispettoso del contradditorio. Una componente del centrodestra, peraltro, aveva anche proposto le primarie, trovando larga condivisione dalla gran parte degli iscritti al partito. Ma la proposta è stata fatta cadere nel vuoto. Questo perché, sempre in nome della verità, buona parte del Pdl ha manifestato ampia condivisione sulla mia candidatura, quale figura più rappresentativa dell’elettorato moderato e cattolico, nonché rappresentativa delle idee, dei principi e dei valori del Popolo delle Libertà etrusco. Popolo che, invece, non si vede rappresentato da un candidato quale è Benedetti, calato da una sola componente di quella ben più ampia compagine politica che si riconosce nel centrodestra». «Sollecitato da molti amici del partito – prosegue Renzo Rosati – ho deciso, con forte senso di responsabilità, di accettare questa candidatura che mi pone in una posizione privilegiata nella possibilità, concreta e reale, di garantire agli elettori una sicura presenza all’interno dell’esecutivo della Provincia di Viterbo. Il meccanismo di eleggibilità (proporzionale) mi rende, infatti, l’unico candidato del centrodestra ad avere la possibilità di ottenere il seggio. Con questa consapevolezza mi presento ai cittadini, pronto a rivendicare con forza il ruolo determinate del collegio di Tarquinia in Provincia, mai avuto prima d’ora». Rosati annuncia per i prossimi giorni una conferenza pubblica, nel corso della quale illustrerà nel dettaglio le linee programmatiche. «Auguro a tutti i candidati della coalizione di centrodestra- dice in ultimo – un buon lavoro, affinché l’amico Marcello Meroi, candidato alla carica di Presidente, possa giungere a quell’ampia vittoria già pronosticata dai sondaggi».

ULTIME NEWS