Pubblicato il

Ri.Rei, sui licenziamenti Robilotta chiede l’intervento del prefetto

S. MARINELLA – Sui licenziamenti di circa 193 unità che sta effettuando il consorzio Ri.Rei, interviene anche il consigliere regionale Robilotta, il quale ha annunciato la sua intenzione di richiedere l‘intervento del Prefetto di Roma. Secondo l’esponente del Pdl, tali licenziamenti «sono di una gravità assoluta, non solo perché contrastano con gli accordi presi con la Regione l’8 agosto ma soprattutto perché mettono a repentaglio l’assistenza dei ragazzi disabili e mettono per strada molti lavoratori che resteranno senza stipendio». «Quello che – continua Donato Robilotta – il consorzio Ri.Rei sta facendo è un vero e proprio ricatto perché è del tutto evidente che licenzia i lavoratori per far pressione sulla Regione per avere l’accreditamento definitivo delle strutture ed è grave che la Regione subisca questo ricatto. Già la Regione ha subito altri ricatti come quello di approvare una delibera di giunta il 6 luglio, di dubbia legittimità che prevede il pagamento di 12 milioni di euro a piè di lista. E’ bene che Marrazzo per una volta mantenga fede agli impegni presi davanti ai genitori dei disabili, che protestano da mesi per la cattiva assistenza che i loro figli disabili ricevono, ed ai lavoratori e dica basta ai ricatti affidando la gestione degli ex centri anni verdi direttamente alle Asl per poi fare una ricerca di mercato per la gestione definitiva. Oggi stesso scriverò una lettera al prefetto di Roma per chiedere immediato intervento perché il licenziamento degli operatori mette a rischio la incolumità dei ragazzi disabili nei centri». Sul caso, la Cgil Fp di Civitavecchia invita la Asl RM/F e i sindaci del comprensorio a prendere atto della problematica e ad intraprendere tutte le azioni possibili a difesa del livello occupazionale e delle esigenze assistenziali del territorio vista la particolarità dell’utenza.

ULTIME NEWS