Pubblicato il

Rifiuti, Romitelli ‘‘cala’’ il terno

S. Marinella. L’assessore ai Lavori pubblici, dopo un accurato censimento delle utenze, ha elaborato un progetto relativo alla raccolta differenziata Tre diverse soluzioni da presentare ai cittadini: «Porta a porta classica, divisa per zone o solo semplici campane» Pronto, inoltre, il nuovo bando di gara per risolvere la situazione Ama: «Entro il 31 gennaio avremo un nuovo gestore»

S. Marinella. L’assessore ai Lavori pubblici, dopo un accurato censimento delle utenze, ha elaborato un progetto relativo alla raccolta differenziata Tre diverse soluzioni da presentare ai cittadini: «Porta a porta classica, divisa per zone o solo semplici campane» Pronto, inoltre, il nuovo bando di gara per risolvere la situazione Ama: «Entro il 31 gennaio avremo un nuovo gestore»

di ALESSANDRO D’ALESSIO

SANTA MARINELLA – Rifiuti: nuovo bando di gara per l’affidamento del servizio e una terna di soluzioni da proporre alla cittadinanza per la raccolta.
Sono queste le novità annunciate dall’assessore ai Lavori pubblici e Rsu, Fabrizio Romitelli, il quale spiega sulle nostre colonne il progetto portato avanti in questi ultimi mesi.
«Durante il mese di agosto – afferma l’assessore – abbiamo elaborato un vero e proprio censimento delle utenze, che ha consentito di capire la percentuale di evasione sulla tassa dei rifiuti da parte degli abitanti. Lo studio non si è limitato solo a calcolare l‘evasione: ci ha infatti consentito di elaborare tre soluzioni, per quanto riguarda la raccolta differenziata, da proporre alla cittadinanza e alle opposizioni».
«La nostra città – prosegue Fabrizio Romitelli – presenta difficoltà notevoli rispetto alle altre: durante l’inverno le utenze sono circa 19mila, mentre d’estate arrivano a toccare quasi le 60mila: ciò significa che in certi periodi dell’anno, la raccolta ‘‘porta a porta’’, soprattutto in alcune zone, risulterebbe inutile, con costi esorbitanti per i cittadini. Basti pensare che solo ora, si spendono 2 milioni di euro per quanto riguarda lo spazzamento e la raccolta dei rifiuti, ed altrettanti per il loro conferimento in discarica. Inutile dire che il costo della manodopera, con la ‘‘porta a porta’’ lieviterebbe’’.
«Ecco perché – annuncia l’assessore – proporremo tre soluzioni: la prima sarebbe la porta a porta classica, la seconda andrebbe invece in base alle zone: durante l’inverno, i quartieri meno abitati potrebbero disporre di cassonetti, mentre le altre usufruirebbero del ritiro a domicilio. La terza, invece, è la differenziata solo tramite campane dei rifiuti. Entro la fine di settembre, vorremmo indire un’assemblea pubblica per esporre queste tre soluzioni, con i relativi costi, e se sarà necessario faremo anche una consultazione popolare, per far decidere ai cittadini la soluzione che riterranno migliore».
Per quanto riguarda la situazione Ama, il cui contratto è ormai in scadenza, l’amministrazione comunale ha invece deciso di indire un bando di gara.
«Entro il 31 gennaio – afferma ancora l’assessore Fabrizio Romitelli – si avrà un nuovo gestore. I risultati incassati dal mio assessorato saranno presto visibili a tutti, con buona pace di chi, durante questi mesi, mi ha accusato di immobilismo».

ULTIME NEWS