Pubblicato il

Rischio idrogeologico ed esondazioni: la Regione stanzia 120 milioni di euro

Soddisfatti gli esponenti del pdl di Fiumicino

Soddisfatti gli esponenti del pdl di Fiumicino

FIUMICINO – “Mentre il Partito democratico chiacchiera, Regione Lazio e ministero dell’Ambiente lavorano e fanno fatti. Un ritornello che si ripete spesso nel tempo”. Alessio Marsili, presidente del circolo Nuova Italia-Fiumicino” replica così ai recenti attacchi da parte del partito democratico. “È di due giorni fa – dice Marsili – la notizia di un maxi stanziamento di 120 milioni di euro per finanziare opere necessarie al contrasto del rischio idrogeologico e le esondazioni nei Comuni del Lazio. Grazie alla firma sulla delibera che recepisce l’accordo di programma per lo sviluppo e la pianificazione del Bacino, il pacchetto finanziario è stato sbloccato e ora speriamo che anche Fiumicino possa beneficiare di questo lavoro a quattro mani Regione-Ministero, che coinvolge in prima persona anche l’Autorità di Bacino del Fiume Tevere, la vera responsabile dell’ impasse che blocca lo sviluppo urbanistico a Fiumicino e penalizza i cittadini del nostro territorio, proprietari di piccoli appezzamenti di terreno sui quali vorrebbero realizzare una casa per sé o per i propri figli. Questo accordo tra Regione e ministero dell’Ambiente, grazie anche al maxi finanziamento, permetterà di programmare e realizzare interventi di pianificazione e assetto territoriale necessari alla riduzione del livello complessivo del rischio idraulico; migliorare i pre-esistenti regimi idraulici a monte e a valle delle singole opere idrauliche e delle relative procedure operative, la ridelimitazione e la riperimetrazione delle aree esondabili, la riclassificazione delle aree e l’aggiornamento della pianificazione di bacino”. “Come presidente del circolo Nuova Italia di Fiumicino – dice Marsili – e tra i promotori della manifestazione per l’eliminazione del vincolo idrogeologico sul nostro territorio, vincolo che non ha ormai più ragione d’essere dopo i lavori di innalzamento della banchina lungo viale Traiano, non posso che esprimere soddisfazione per la presa di posizione della Regione Lazio, attenta ai problemi dei cittadini e dei Comuni. Ora però è necessario che anche l’autorità di bacino del fiume Tevere faccia la sua e affranchi dalla sua morsa la nostra città, la quale ha necessità di crescere e svilupparsi, e non ha invece bisogno di enti ingombranti che facciano il bello e il cattivo tempo per proteggere chissà quale potere forte a scapito dei semplici cittadini”.

ULTIME NEWS