Pubblicato il

San Giovanni di Dio diventa spazio espositivo

CIVITAVECCHIA – La città si è riappropriata di un importante spazio culturale ed espositivo. E’ stata infatti inaugurata la rinnovata chiesa di San Giovanni di Dio, a piazza Calamatta, «un gioiello di architettura – come ha sottolineato lo storico Carlo De Paolis – tra le poco conosciute della città ma molto interessante, racchiudendo cinque secoli di storia legati principalmente alle vicende del vecchio ospedale».
La struttura è stata riportata al suo antico splendore grazie all’opera della Provincia prima e della Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia.
Palazzo Valentini, dal 1998 al 2005, ha messo in campo tre diversi interventi, specie nella cappella dedicata alla Madonna di Loreto, sulla destra.
E’ stato poi l’ente bancario a proseguire con il restauro, nel 2007 con un intervento da 30 mila euro nella cappella di sinistra, dedicata a San Giovanni di Dio, e poi con il INAUGURAZIONEresto della chiesa, con un finanziamento da 60 mila euro.
«E’ un progetto a cui teniamo molto – ha spiegato soddisfatto il presidente Vincenzo Cacciaglia – l’intervento, coordinato dall’archietto Mari e dall’ufficio urbanistica del Pincio, ha visto impegnata la ditta Croda che ha svolto un ottimo lavoro, facendo in modo che la città potesse riappropriarsi di un’importante pagina della sua storia».
Dello stesso avviso anche la delegata alla Cultura Annita Cecchi che ha ricordato oltre alla bellezza della chiesa, anche la possibilità «di utilizzarla – ha spiegato – per ospitare eventi di nicchia, importanti e di alto livello culturale».
Intanto si inizia con l’ospitare la mostra fotografica e documentale “Come era…com’è!”, visitabile fino a sabato dalle 10 alle 12 e dalle 16.30 alle 18.30. Dal 27 al 30 aprile, invece, in occasione dei festeggiamenti di Santa Fermina, spazio alla mostra fotografica proprio sulla patrona di Civitavecchia. INAUGURAZIONEDall’11 al 16 maggio prossimi, invece, riflettori accesi sull’esposizione documentale e fotografica dal titolo ‘‘14 maggio 1943….ricordi’’.

ULTIME NEWS