Pubblicato il

Saraceno, licenziate quattro lavoratrici

CIVITAVECCHIA – «Le lavoratrici della mensa aziendale del proto “Il Saraceno” che alcuni giorni fa avevano aderito allo sciopero indetto per poter ricevere lo stipendio entro il dieci del mese, sono state licenziate in tronco dall’amministratore unico della società, Alfano Bonaventura».
E’ quanto dichiara al Filcams-Cgil, che non risparmi attacchi all’azienda: «Si tratta dello stesso amministratore unico che parlava di strumentalizzazioni – si legge in una nota – lo stesso che il 12 marzo inviava una lettera sia alla Filcams-Cgil che all’Autorità portuale dove parlava di ristrutturazione aziendale con l’obiettivo della salvaguardia dei livelli occupazionali». Secondo quanto riferito dalle parti sociali, le quattro lavoratrici, più due già licenziate, si troverebbero senza lavoro: «Licenziate senza alcuna motivazione plausibile da una azienda che parla di salvaguardia dei livelli occupazionali». Il sindacato si rivolge quindi all’Authority: «Aveva promesso più volte di venire incontro alle lavoratrici con incontri chiarificatori congiunti con l’azienda, che ad oggi non sono mai avvenuti e che probabilmente non avverranno mai in una realtà dove si continua a licenziare indiscriminatamente gente che ha bisogno di lavorare e di portare a casa lo stipendio».

ULTIME NEWS