Pubblicato il

Sequestrata la scuola di via Galilei

CIVITAVECCHIA – Sigilli alla scuola materna di via Galilei. A meno di ventiquattro ore dal decesso di Alberto Gianvincenzi, l’elettricista di 56 anni morto dopo essere caduto da una scala – mercoledì sera poco dopo le 20 – mentre lavorava proprio all’adeguamento dell’impianto elettrico presso l’istituto cittadino. Questo pomeriggio gli agenti del commissariato di viale della Vittoria, alla presenza del dirigente Giovanni Lucchesi e del magistrato inquirente, hanno notificato al preside della scuola il sequestro del locale, provvedendo ad applicare i sigilli all’area interna nella quale la vittima stava lavorando al momento della caduta. I poliziotti stanno continuando ad ascoltare le persone che potrebbero in qualche modo contribuire a chiarire CARTELLOl’episodio, seppure sembrerebbe che ci siano pochi dubbi sul fatto che possa trattarsi di un tragico incidente. Alberto Gianvincenzi, per cause ancora in corso di accertamento, mentre si trovava ad un’altezza di circa tre metri ha perso improvvisamente l’equilibrio finendo a terra e battendo violentemente la testa. Proprio il trauma cranico riportato, nel giro di poche ore ha determinato la morte dell’elettricista e inutile si sono rivelati i soccorsi prestati prima dal personale medico dell’ospedale San Paolo, poi dai sanitari del Gemelli. Al momento non risultano persone indagate.

ULTIME NEWS