Pubblicato il

Serata di beneficenza per il popolo di Haiti

Manifestazione organizzata dal Comune di Tolfa in collaborazione con l’Unicef Alessandro Battilocchio: «Cercheremo di dare il nostro contributo ai volontari»

Manifestazione organizzata dal Comune di Tolfa in collaborazione con l’Unicef Alessandro Battilocchio: «Cercheremo di dare il nostro contributo ai volontari»

TOLFA – Il prossimo 12 febbraio Tolfa si mobiliterà per raccogliere fondi in favore della popolazione di Haiti, colpita dal violento terremoto del 13 gennaio scorso che ha completamente distrutto interi quartieri della capitale Port-Au-Prince provocando oltre centinaia di migliaia di morti.
Quella che andrà in scena sarà una serata di beneficenza organizzata dal Comune in collaborazione con l’Unicef, fortemente voluta dal Sindaco Alessandro Battilocchio, che dell’Unicef è anche stato nominato ‘‘Difensore dei diritti dell’infanzia’’. La manifestazione si aprirà con un cortometraggio dedicato ai bambini di Haiti, le vittime più colpite dalla tragedia e vedrà poi protagonista la band degli ‘‘Echoes’’, che si esibirà con il suo repertorio. L’ingresso alla serata sarà ad offerta e tutto il ricavato andrà a sostenere i progetti Unicef in loco.
L’iniziativa di febbraio sarà l’ennesima dimostrazione di beneficenza di una città, Tolfa, che si è sempre distinta nei momenti di necessità e di un Sindaco, Battilocchio, che già negli anni scorsi, in qualità di Deputato Europeo Membro della commissione Sviluppo di Strasburgo, era stato più volte vicino ai profughi provocati dalle guerre civili (Palestina, Rwanda, Georgia, Azerbaigian e Sahara Occidentale) e dai fenomeni naturali, come in Indonesia nel 2005 dopo lo Tsunami .
«Sono sempre in contatto con alcuni responsabili dell’Unicef che sin dalle prime ore della tragedia operano ad Haiti – ha spiegato il sindaco Battilocchio – anche se la popolazione ce la sta mettendo tutta per cercare di tornare alla normalità, mi descrivono ancora una situazione molto critica. Con l’iniziativa del 12 febbraio cercheremo di dare il nostro modesto contributo al lavoro dei volontari che stanno svolgendo la propria attività e ai quali siamo molto grati».

ULTIME NEWS