Pubblicato il

Serpente: "Trasformiamo i dati in occupazione"

CIVITAVECCHIA – “Non si può che esprimere soddisfazione per i dati illustrati dal presidente dell’Autorità Portuale Fabio Ciani e dal segretario generale Giuseppe Guacci relativi ai traffici 2009 del porto: un porto che, in controtendenza rispetto agli altri scali italiani, ha tenuto bene alla crisi, facendo anche registrare dati positivi”. Lo ha chiarito il presidente dell’agenzia cittadina Bellettieri, Sergio Serpente, invitando però a leggere con attenzione questi dati, anche da altre angolazioni. “C’è da dire – ha aggiunto – che se si è arrivati a questi risultati il merito è anche degli operatori che hanno lavorato e messo in campo una politica mirata proprio a superare questo difficile periodo: operatori locali sui quali bisogna puntare, proprio perché hanno dimostrato una grande capacità operativa. Dati come questi, comunque, devono portare ad una considerazione: occorre chiedersi infatti quanto di positivo contengono dal punto di vista della ricaduta economica o occupazionale sulla città”. Serpente ha poi invitato la stessa Authority a non dimenticare quel 15% di navi in meno che ha caratterizzato il 2009 e il 5% di croceristi in meno, soprattutto se si considera che proprio questo settore è quello che, a livello mondiale, ha risentito meno della crisi. “Adesso occorre ragionare per capire le cause, riconquistare quanto perso e mantenere quanto è ancora presente – ha spiegato – e questo in considerazione anche del federalismo fiscale dei porti: bisogna riuscire a essere competitivi in un clima di sempre maggiore concorrenza”.

ULTIME NEWS