Pubblicato il

Sgomberato l’ex pomodorificio

Tarquinia. Blitz dei carabinieri: denunciati tre tunisini Stessa sorte per un quarto straniero che dava alloggio abusivo ad un connazionale

Tarquinia. Blitz dei carabinieri: denunciati tre tunisini Stessa sorte per un quarto straniero che dava alloggio abusivo ad un connazionale

TARQUINIA – Alloggiavano da tempo nei locali adibiti a spogliatoi dell’ex pomodorificio di Tarquinia, lungo la strada della Vecchia stazione. Accampati con tanto di materassi e in condizioni igienico-sanitarie precarie, tre tunisini sono stati sorpresi, nel corso di un blitz, dai carabinieri della stazione di Tarquinia al comando del luogotenente Stefano Girelli. I militari nei giorni scorsi hanno fatto irruzione nello stabilimento dopo aver notato un continuo movimento di stranieri. Tutti e tre sono stati denunciati per occupazione abusiva di proprietà pubblica (lo stabilimento è dell’Arsial) e per false generalità. Uno dei tre, già respinto alla frontiera, è stato arrestato per inottemperanza alla legge Bossi-Fini. Per tutti sarà anche chiesto l’immediato giudizio, con conseguente accompagnamento coatto alla frontiera e inasprimento della pena. Il Comune provvederà alla bonifica dell’area: due operai penseranno alla ripulitura della struttura che, peraltro, il Comune si prefigge di far tornare operativa. Nell’ambito degli stessi monitoraggi anti-clandestinità, i carabinieri hanno effettuato controlli in un’abitazione del centro storico: un tunisino è stato denunciato per aver dato alloggio ad un connazionale non in regola e già raggiunto da una precedente denuncia. I militari proseguono nei controlli degli extracomunitari che continuano a raggiungere la cittadina dopo essere sbarcati a Lampedusa.

ULTIME NEWS