Pubblicato il

Sgombero di abusivi, il Sindaco ci ripensa

Via Santa Barbara. Otto ore di intervento della forza pubblica rese vane dalla decisione presa alle 15 da Moscherini Concessa una ulteriore proroga di due mesi agli occupanti della palazzina comunale Vigili urbani, Polizia, Carabinieri e Vigili del fuoco costretti a desistere inspiegabilmente dopo aver stazionato a lungo sul posto

Via Santa Barbara. Otto ore di intervento della forza pubblica rese vane dalla decisione presa alle 15 da Moscherini Concessa una ulteriore proroga di due mesi agli occupanti della palazzina comunale Vigili urbani, Polizia, Carabinieri e Vigili del fuoco costretti a desistere inspiegabilmente dopo aver stazionato a lungo sul posto

VIACIVITAVECCHIA – Otto ore di servizio sprecate da Polizia municipale, Polizia, Carabinieri e Vigili del fuoco, per eseguire tre ordinanze di sgombero in altrettanti appartamenti occupati abusivamente da alcune famiglie civitavecchiesi in via Santa Barbara. Alle 7 di ieri mattina i vigili urbani, coordinati dal vice comandante Remo Fontana, hanno provato a notificare i provvedimenti adottati dal Sindaco agli inquilini abusivi della palazzina, i quali hanno opposto resistenza, inducendo gli agenti a chiedere rinforzi. Dopo alcune ore di trattative, anche grazie all’ausilio delle assistenti sociali, la situazione sembrava risolta: tutti fuori, ospitati in un bed and breakfast di San Gordiano. Fino a quando, intorno alle 15, lo stesso Moscherini che aveva firmato l’ordinanza di sgombero non ha dato una nuova disposizione, concedendo agli abusivi ancora due mesi di proroga. Così la forza VIApubblica ha dovuto necessariamente desistere, probabile che l’intervento sarà ripetuto a settembre con gli stessi crismi: sceneggiate, carte bollate e dispendio di tempo, soldi e risorse umane.

ULTIME NEWS