Pubblicato il

Si chiama Ippocrate la Sot che gestirà le farmacie

Presentata oggi nell’ambito del progetto di riorganizzazione dei servizi pubblici comunali. Il presidente sarà Graziano Marsili: «Tra le novità la possibilità di pagare il ticket, il ritiro dei referti e piccoli prelievi». Soddisfatto Moscherini che ha preannunciato un potenziamento della zona di Aurelia e l’apertura di una struttura h 24

Presentata oggi nell’ambito del progetto di riorganizzazione dei servizi pubblici comunali. Il presidente sarà Graziano Marsili: «Tra le novità la possibilità di pagare il ticket, il ritiro dei referti e piccoli prelievi». Soddisfatto Moscherini che ha preannunciato un potenziamento della zona di Aurelia e l’apertura di una struttura h 24

CIVITAVECCHIA – L’hanno chiamata Ippocrate, con l’auspicio che per la gente possa arrivare a rappresentare la soluzione ai problemi di salute, alla quale ricorrere con fiducia. Questo il nome dato alla Sot che gestirà le farmacie comunali e il settore sanitario per quanto di competenza del Comune, presentata dal Sindaco Moscherini e dai vertici della Holding servizi, Massimo Boschini e Stefano Velocci. A capo della Sot, un presidente che non è nuovo al mondo politico e della sanità civitavecchiese: il dottor Graziano Marsili. Il socialista riformista ha già in mente ‘‘la rivoluzione” in termini di riassetto dei servizi pubblici offerti: «La prima cosa da fare – ha dichiarato – è stabilire il giusto mix tra l’etica delle gestione operativa e il funzionamento della struttura. Lavoreremo tutti insieme – ha proseguito il medico – per arrivare presto ad una ricognizione generale che in fase di partenza ci consentirà di valutare le caratteristiche del servizio da offrire ai cittadini». Non un semplice contenitore quindi, ma una struttura adeguata alle esigenza di qualunque utente. «Offriremo anche servizi utili a favorire gli anziani – ha aggiunto Marsili – come il pagamento del ticket, il ritiro dei referti medici e piccoli prelievi di sangue. Ho ricevuto da questa città sicuramente di più di quanto ho dato – ha concluso commosso – fare di più per la gente per me è una scommessa di vita e il mio impegno sarà globale». Sulla definizione del ‘‘progetto farmacie’’ è intervenuto anche il sindaco Moscherini: «Dobbiamo avere di fronte i bisogni del cittadino – ha spiegato – per questo invito gli amministratori a spendere bene i soldi della collettività e a gestire con il sorriso questo servizio offerto». Tra le novità l’intenzione di avere una farmacia comunale aperta 24 ore su 24 e il potenziamento della zona di Borgata Aurelia. «Anche qui il nostro impegno mirerà a riqualificare il servizio», ha fatto sapere Marsili, prima di spendere parole di apprezzamento nei confronti dei civitavecchiesi laureati in farmacia: «Di certo non li manderemo a lavorare a Roma – ha concluso il presidente della Sot – abbiamo almeno 5 o 6 ragazzi preparati ed è giusto che operino nella loro città». Entro il 1° dicembre la Sot potrebbe già iniziare a funzionare.

ULTIME NEWS