Pubblicato il

Soccorsi in mare Mattia e Carlotta, skipper di “Velisti per caso”

Intervento di salvataggio della Guardia di Finanza  di Civitavecchia in collaborazione con la Capitaneria di porto

Intervento di salvataggio della Guardia di Finanza  di Civitavecchia in collaborazione con la Capitaneria di porto

GUARDIASANTA MARINELLA – Nel primo pomeriggio di ieri, poco al largo delle costa civitavecchiese transitava l’ormai celebre “Adriatica”, barca a vela di oltre venti metri che solca i mari per la trasmissione televisiva “Velisti per caso”, seguitissima da viaggiatori e appassionati della vela. La Vedetta velocissima, V. 2007 della Guardia di Finanza di Civitavecchia, era in procinto di ultimare il turno di servizio di polizia marittima e economico-finanziaria, quando ha intercettato una chiamata di soccorso sul canale 16 VHF. Un allarme che significa per ogni navigante dare assoluta precedenza all’intervento, “anche se – spiegano dalla Finanza – ciò può significare mettere in gioco le proprie esigenze: per chi opera per mare questo principio assume toni assoluti. Il salvataggio della vita umana in mare è un valore supremo”. Così la Vedetta V. 2007, unità velocissima in forza alla stazione navale di Civitavecchia, dopo un immediato doveroso raccordo con la Sala Operativa della Capitaneria di Porto locale e con la Sala Controllo Operativo del Reparto Operativo Aeronavale, si è lanciata a tutta velocità, in una corsa che sfiorava i 60 nodi, al largo di Capo Linaro (Santa Marinella). In questa posizione è stata segnalata da Carlotta, nota skipper dell’Adriaca, una richiesta urgente di soccorso in mare, a seguito dell’avaria al motore e al ferimento di Mattia, anche lui skipper e già canottiere olimpionico a Sidney. Un problema, causato dal repentino peggioramento delle condizioni marine e per la chiusura accidentale di un boccaporto dell’imbarcazione a vela da diporto. Giunto sul posto, l’equipaggio delle Fiamme Gialle ha notato subito la fasciatura intrisa di sangue che impediva a Mattia di poter prestare alcuna assistenza alla risoluzione dell’avaria e pertanto, sempre in cooperazione con la Capitaneria di Porto, è stato deciso l’intervento della  vedetta C.P.891 per assicurare il natante e la skipper a bordo fino a terra, mentre la V. 2007 ha provato a trasbordare il ferito e trasportarlo il più velocemente possibile al porto di Civitavecchia, dove era già stata fatta dirigere l’ambulanza. Le operazioni di trasbordo sono state rese difficoltose dal moto ondoso, ma Mattia,  forte dei suoi fasti sportivi, è comunque riuscito a prendere posto a bordo della vedetta, rassicurato e assistito da un finanziere di mare. “Ancora una volta – commentano i finanzieri – grazie alla perfetta sinergia tra la Capitaneria di Porto e la Guardia di Finanza, una delicata operazione di soccorso della vita umana in mare si è conclusa, nel migliore dei modi. A Mattia e Carlotta, skipper di “Velisti per caso”, un augurio di tornare presto a navigare e trasmettere alla gente di mare e a tutti i viaggiatori straordinarie immagini e raccontare appassionate, emozionanti avventure marine”.

ULTIME NEWS