Pubblicato il

Sorpreso con una macchina rubata e arnesi da scasso: arrestato albanese

Lo straniero era già gravato da un ordine di carcerazione emesso dalla tribunale di Venezia 

Lo straniero era già gravato da un ordine di carcerazione emesso dalla tribunale di Venezia 

S. MARINELLA – I carabinieri della Compagnia di Civitavecchia nella giornata di ieri hanno arrestato X. S. 32enne albanese, poiché colpito da un ordine di carcerazione. Lo straniero è stato denunciato contestualmente in stato di libertà, poiché ritenuto responsabile di ricettazione e possesso di strumenti atti allo scasso. In particolare una pattuglia del Nucleo radiomobile della Compagnia di Civitavecchia nella nottata di ieri, durante un normale servizio perlustrativo, nel transitare nei pressi dell’Istituto di Credito Cooperativo di Roma, situato a Santa Marinella, ha notato una macchina parcheggiata, risultata rubata a maggio, con all’interno X.S. che al passaggio dei militari tentava di nascondersi abbassandosi repentinamente nell’auto. Il movimento sospetto non è sfuggito ai militari che hanno deciso di controllare il veicolo e il conducente che, ha tentato una improbabile fuga a piedi, venendo prontamente bloccato. Durante la perquisizione veicolare e personale, sono stati rinvenuti strumenti atti allo scasso ed un computer portatile, risultato provento di furto. Accompagnato nella sede della Compagnia Carabinieri di Civitavecchia e sottoposto ad accertamenti SDI e controlli AFIS, l’albanese è risultato gravato da un ordine di carcerazione emesso dal tribunale di Venezia nel luglio 2007, dovendo espiare una pena di  5 mesidi reclusione in quanto responsabile di reingresso illegale nel territorio italiano, per il quale è stato tratto in arresto. Il veicolo e il computer, recuperati, sono stati restituiti ai legittimi proprietari. L’arrestato, contestualmente denunciato anche in stato di libertà per i reati di ricettazione e possesso di strumenti atti allo scasso, è stato associato presso il carcere di Borgata Aurelia a disposizione dell’autorità giudiziaria competente.

ULTIME NEWS