Pubblicato il

<strong>JUNIORES Regionali</strong>. Il Civitavecchia abbatte La Quercia e punta al secondo posto

 di ROMINA MOSCONI

CIVITAVECCHIA -Vittoria strameritata per gli Juniores regionali del Civitavecchia di Vincenzo Stivale nella tana dei capitolini de La Quercia, ma il passivo (6-0) per i padroni di casa poteva essere ancora più penalizzante visto che sono stati nettamente in difficoltà per tutto il match e non sono mai risuciti nè a impensierire la difesa nerazzurra nè a contrastare i ripetuti attacchi dei civitavecchiesi. Lo score dei nerazzurri è stato realizzato con le doppiette di Varchetta (5’ e 25’ del secondo tempo) e Marconi (25’ pt e 10’ st) e alla rete di Gallinari in zona Cesarini; in più ad ampliare il risultato c’è stato l’autogol dei padroni di casa. Nel primo tempo i nerazurri sono andati al riposo sul vantaggio di 2-0, nella ripresa hanno poi dilagato. Il team di Stivale ha mostrato sprazzi di ottimo calcio con palla a terra e molta tecnica e anche caratterialmente si è vista una crescita da parte dei nerazzurri che hanno giocato con più grinta e soprattutto con più concentrazione fino al triplice fischio finale. In campo la differenza di classifica si è vista tutta: i padroni di casa al cospetto della Vecchia nulla hanno potuto. «Non è stata una partita scontata anche perchè – ha spiegato Stivale – in più di un match i nostri ragazzi giocando con le squadre di bassa classifica non hanno dato il massimo, basta pensare che lo scorso 27 novembre contro l’ultima forza del girone (Real Monteverde – ndr) siamo stati opachi e alla fine abbiamo pareggiato. Questa volta i ragazzi sono stati bravissimi ad approcciare la partita e sono scesi in campo consapevoli dell’importanza del match e hanno giocato bene mettendo in atto gli schemi preparati in allenamento». Nel match di mercoledì i nerazzurri artefici di questa vittoria tennistica sono stati: Boriello, Gallinari, Donadio (1’ st Palmieri, 30’ st Carlini), Varchetta, Fraticelli, Tinti (15’ st Noto), Marconi, Carsetti, Paolini (10’ st Zedde), Boreale e Fiorentini. Con questi 3 punti i nerazzurri sono al terzo posto in classifica a 22 punti e a una sola lunghezza dalla seconda forza del girone, ossia il Pescatori Ostia che di punti ne ha 23 e proprio sabato pomeriggio alle 15 al Fattori ci sarà questo atteso e importante scontro diretto: «Il Pescatori Ostia è una delle squadre più temibili del girone e siamo divise solo da un punto quindi si prospetta un big match di cui non si possono fare previsioni – ha proseguito Stivale – purtroppo non potrò contare sulla rosa al completo visto che tra infortuni e squalifiche dovrò lasciare in tribuna un bel gruppo nutrito». Confrontando il ruolino di marcia delle due squadre si può notare che il Pescatori ha 7 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte, mentre i civitavecchiesi hanno 6 vittorie, 4 pareggi e 1 sola sconfitta; per quanto riguarda i gol ad avere la meglio sono i nerazzurri che finora hanno messo a segno 28 reti a fronte dei 21 del Pescatori, questi ultimi hanno però subito 1 rete in meno dei nerazzurri (6 rs dal Pescatori e 7 rs dal Civitavecchia). Due corazzate quindi molto simili che hanno molto da dire al campionato e che scenderanno in campo entrambe con la voglia di vincere per conquistare il 2^ posto utile per i play off finali per accedere alla categoria superiore. Da rilevare poi che nel mercato natalizio l’attaccante nerazzurro Bastianelli (classe ‘92) ha fatto le valigie ed è approdato alla Caninese e già da domenica potrebbe debuttare con la maglia della prima squadra dei viterbesi.
Battuta d’arresto immeritato invece per il Tolfa. I collinari, allenati dal tecnico civitavecchiese Pino Brandolini, hanno infatti ceduto per 2-0 al Montespaccato. I biancorossi, orfani di Carru e Di Leva, questa volta hanno dovuto fare i conti con la sfortuna e con alcune sviste arbitrali che hanno poi deciso la partita. La prima rete infatti è stata messa a segno in presunto fuorigioco e poi, dopo aver negato un penalty ai civitavecchiesi, in zona Cesarini il direttore di gara ha dato un rigore ai capitolini (tra le contestazioni dei collinari) che dal dischetto hanno raddoppiato. A 10’ dalla fine l’arbitro ha poi mandato fuori l tecnico biancorosso per proteste. «Abbiamo giocato contro una buona squadra e il direttore di gara ci ha penalizzati molto – ha spiegato mister Brandolini – ma devo ammettere che anche noi ci abbiamo messo del nostro non esprimendoci come sappiamo». Domani i collinari cercheranno il pronto riscatto tra le mura amiche contro il Pian Due Torri. In campo: Simonante, De Fazi, Golino (20’ pt Garganti), La Morgia, Gibaldo, Campari, Matteo Mellini (30’ st Paolo Mellini), Del Frate, Capolonghi, Profumo, M.Vannicola (15’ st Mocci).  

 

IL CORNETO ARRIVA ALL’UNDICESIMA VITTORIA DI FILA – Prosegue senza stop l’incredibile marcia solitaria degli Juniores del Corneto. Il team di mister Bonelli finora ha fatto l’en plein: nel turno infrasettimanale gli etruschi infatti hanno travolto per 5-0 anche il Pian Due Torri e sono sempre più in fuga. Vista la prima debacle del Rieti nel girone B il Corneto è l’unico team dei 4 gironi del campionato regionale a viaggiare ancora imbattuti e a vantare la miglire difesa e il migliore attacco. Anche questa volta la corazzata etrusca è partita in quinta arrivando a sfiorare tre volte il gol nei primi 20’, dopodichè Ventolini, sugli sviluppi di un corner è stato bravissimo a svettare più in alto di tutti e ad insaccare in gol con un grandissimo colpo di testa con cui ha aperto le marcature etrusche. Dopo altre incursioni dei rossoblu nell’area dei capitolini si è chiusa la prima frazione di gioco. Nella ripresa si è rivelato ottimale il cambio optato da mister Bonelli che ha messo in camo Martelli (uno dei migliori in campo) che, in grande giornata, ha trascinato il team tarquiniese mettendo a segno una bella tripletta. Sul finire di match, poi, con gli etruschi non ancora paghi e sempre protesi in avanti, il super bomber Rosati in fuga solitaria è stato atterrato in area e il direttore di gara ha assegnato il penalty ai pupilli di patron Santori e così lo stesso Rosati ha trasformato dal dischetto realizzando così la sua tredicesima rete. In undici gare il Corneto è la prima volta che usufruisce di un penalty. «E’ stata una bella partita – ha spiegato soddisfatto il tecnico tarquiniese – abbiamo dimostrato tutta la nostra forza. Viste le assenze di alcuni elementi ho potuto schierare anche tre ragazzi che gravitano in prima squadra, cioè Bordo, Emiliani e Celestini, che hanno contribuito alla vittoria finale. Ora ci aspetta il big match interno di sabato contro il Montefiascone». In campo: Biagioni, Ciurluini, Mancini (st Marcucci), Ventolini (st Giamundo), Cruciani, Bordo, Emiliani, Arcorace (st Celestini), Rosati, Forieri (st Ciatti), Loreti (st Martelli).

ULTIME NEWS