Pubblicato il

Tariffa rifiuti, parte la petizione popolare di AeL

RIFIUTI

di ANTONIO FONTANELLA

CIVITAVECCHIA – Dopo un mese dalla denuncia di Ambiente e Lavoro sull’aumento della Tariffa dei Rifiuti e i mancati chiarimenti da parte dell’amministrazione comunale e di Etruria Servizi, la lista civica ha deciso di continuare la sua battaglia, promuovendo una petizione popolare. “Non vogliamo rimarcare nuovamente le colpe degli attuali amministratori – spiegano – ma tuttavia vogliamo rilevare quanto sia facile, per loro, nascondersi dietro la burocrazia, caricando sulle tasche dei cittadini il peso economico di una gestione inefficace ed inefficiente dell’Azienda, come quella ad esempio della scelta del top manager Lombardi. Così, invece di combattere i mali peculiari di Etruria Servizi decidono di metter mano alla tasca dei contribuenti, in un periodo peraltro di crisi”. Pertanto, in assenza di riscontri, la lista civica ribadisce di provvedere a saldare la fattura dell’acconto entro la data di scadenza, al fine di evitare eventuali sanzioni per pagamento ritardato. “in ogni modo – hanno aggiunto – abbiamo segnalato la questione degli aumenti impropri all’Autorità per la vigilanza dei prezzi, interessando pure il Movimento di difesa del cittadino. Intanto proponiamo questa petizione popolare per fare chiarezza sulla Tariffa 2009, facendo conoscere l’importo reale da pagare ed il numero degli acconti previsti, impedendo qualsiasi riorganizzazione del servizio che possa comportare un ulteriore aumento della Tariffa, puntando anche sulla differenziata, e obbligando l’azienda ad una ristrutturazione tale da favorire la lotta all’evasione, la diminuzione dei costi generali e da sostenere la produttività e l’adozione di un regolamento per le assunzioni”. Maggiori informazione presso la sede ogni giovedì dalle 17 alle 18 in via Buonarroti 138

ULTIME NEWS