Pubblicato il

Tarquinia, ancora fino a domenica la mostra La Resurrezione di Stefano Solimani

In ricordo del vescovo Carlo Chenis

In ricordo del vescovo Carlo Chenis

TARQUINIA – È stata inaugurata la domenica di Pasqua nel Duomo di Tarquinia (VT), l’esposizione del dipinto intitolato “La Resurrezione”, opera del Maestro Stefano Solimani. L’esposizione dell’opera d’arte terminerà domenica 11 aprile, ed è organizzata in ricordo del Vescovo di Civitavecchia e Tarquinia Monsignor Carlo Chenis, prematuramente scomparso nei giorni scorsi. Si tratta di un polittico su tela, della misura di tre metri per tre, raffigurante la resurrezione e l’ascesa al cielo di Gesù. L’opera è la capostipite di un complesso di cinque dipinti che saranno appositamente realizzati per essere esposti nel 2011 in una mostra di arte sacra che sarà allestita nel Castello Normanno di Palermo e successivamente sarà accolta anche a Castel dell’Ovo a Napoli. Le cinque opere avranno i seguenti titoli: La resurrezione, la conversione, la rivelazione, la testimonianza e la salvezza. “Quello attuale e il prossimo -dichiara Stefano Solimani- saranno anni di grande impegno artistico. Sono contento di poter esporre la mia opera all’interno del Duomo di Tarquinia, così come ebbi modo di concordare alcuni mesi fa con il Vescovo Carlo Chenis. L’autorizzazione a esporre il polittico nel Duomo fu confermata dal Vescovo tre giorni prima della sua morte. La ritengo un grandissimo riconoscimento per la mia arte e ne sono molto orgoglioso. Dopo la scomparsa di Monsignor Chenis, è diventato indispensabile organizzare l’esposizione del dipinto, anche come doveroso omaggio a un uomo di chiesa dotato di grande cultura e particolare attenzione per l’arte”. Il dipinto “La Resurrezione”, esposto per la prima volta in occasione della Santa Pasqua è ancora visibile nel seguente orario 8 -12 e 16-20. Inoltre, dal 20 al 24 maggio sarà in esposizione presso la Camera di Commercio di Bari, in una grande mostra dedicata al movimento artistico arcaista.

ULTIME NEWS