Pubblicato il

Tarquinia città dei presepi

TARQUINIA – La sezione Bersaglieri di Tarquinia in collaborazione con l’Associazione Italiana Amici del Presepio ha realizzato una particolare ricostruzione della Natività ambientata nel Centro Storico cittadino. Presentano il presepio due Bersaglieri (un uomo e una donna): due manichini in divisa e tanto di tricolore che aprono uno scorcio in grandi dimensioni (sei metri per quattro) su una delle vie più caratteristiche e storiche della città. Una rielaborazione ottocentesca che presenta quadri di vita quotidiani, particolari architettonici, antichi mestieri, utensili ed attrezzi tipici di una volta. Il presepe è stato realizzato proprio in Via delle Torri che riproduce e propone se pur nell’adattamento di prospettive ideate in angolazioni di fantasia. E’ ospitato nell’ex chiesa di S. Spirito risalente, nella sua forma attuale, al 1611, ma costruita su insediamenti preesistenti e difficilmente inquadrabili temporalmente. Ideato e realizzato da Antonio Menegaldo e Simone Franchetti con la collaborazione di Benedetto Medici, può essere visitato tutti i giorni dalle 16 alle 19 e, nei giorni festivi, anche durante la mattinata. I visitatori saranno accolti dai Bersaglieri (quelli veri) che oltre ad essere disponibili per informazioni cureranno la guardiania dell’opera e che è tra le più grandi esposte in città. Le offerte raccolte saranno destinate a scopo umanitario a favore dell’A.I.L. , l’Associazione Italiana per la lotta contro le Leucemie. Come noto il corpo dei Bersaglieri è in questo periodo impegnato in missioni di pace ed umanitarie in tutto il mondo sotto l’egida Nato e ONU. “Il Presepe del Bersagliere” fa parte del XIX Itinerario Presepistico Tarquiniese curato dall’Associazione Amici del Presepio sezione di Tarquinia con il patrocinio del Comune che si snoda tra chiese, palazzetti storici, nelle strade, nelle case e in esercizi commerciali. La rassegna è visitabile fino al 6 gennaio.

ULTIME NEWS