Pubblicato il

Tarquinia, nasce il coordinamento comitati contro il carbone

TARQUINIA  – Dal prossimo 10 luglio sarà attivo il Coordinamento Nazionale dei comitati italiani che si battono contro le centrali a carbone e per le fonti rinnovabili. Lo rende noto il Coordinamento Nazionale No Coke che precisa, “la decisione per un organismo unico di coordinamento e supporto legale e scientifico e’ stata presa a Tarquinia dai rappresentanti dei comitati veneti, liguri, umbri, laziali, pugliesi e calabri, nell’ambito del convegno di presentazione dei risultati del 10 ‘Monitoraggio autonomo della qualità dell’aria, pagato interamente dai cittadini per fare in proprio dove le istituzioni hanno fallito”. “Tarquinia e’ colpita dagli inquinanti rilasciati dalla centrale a carbone di Civitavecchia – proseguono i no coke – obiettivo dichiarato del coordinamento nazionale è far emergere le responsabilità politiche e penali che rendono ancora possibile in Italia l’uso del peggiore combustibile fossile, che libera sostanze tossiche pericolosissime anche quando sono nei limiti di legge”. Infine “il Coordinamento varerà anche un programma di sostituzione delle fonti fossili con fonti rinnovabili – conclude la nota – per soddisfare i fabbisogni energetici delle proprie comunità”.

ULTIME NEWS