Pubblicato il

Tenta di violentare 14enne: arrestato

TARQUINIA. In manette venditore ambulante senegalese. Ha bloccato la ragazzina sotto i portici di via IV Novembre Provvidenziale l’arrivo della nonna e dei Carabinieri

TARQUINIA. In manette venditore ambulante senegalese. Ha bloccato la ragazzina sotto i portici di via IV Novembre Provvidenziale l’arrivo della nonna e dei Carabinieri

TARQUINIA – Un senegalese residente a Canino è stato arrestato lunedì sera dai carabinieri della stazione di Tarquinia per violenza sessuale aggravata. Il venditore ambulante 19enne, P.D., è stato tradotto presso il carcere di Civitavecchia a disposizione del sostituto procuratore Pantaleo Polifemo. Avrebbe tentato di stuprare una 14enne di Tarquinia che lunedì sera, poco dopo le 19 stava passeggiando con due amici (una 15enne ed un 18enne, entrambi del posto) sotto i portici di via IV Novembre. I tre sono stati avvicinati dal giovane ‘’vu’ cumpra’” carico di due grossi borsoni. Subito lo straniero, regolare sul territorio nazionale, ha tentato di mostrare la propria mercanzia di oggetti vari. Tutto sembrava limitarsi ad una serena dinamica tra clienti e venditori e invece, ad un certo punto, il senegalese, peraltro di notevole prestanza fisica, ha deciso di approfittare delle circostanze, come l’ora tarda e il luogo nascosto. Ha iniziato così ad insinuare la sparizione di una collanina (peraltro genere non apparso tra la merce sequestrata) ed ha cominciato a palpeggiare la più giovane del gruppo, arrivando quasi a tirargli giù anche i pantaloni, con la scusante di voler recuperare il presunto maltolto. La 14enne, che in un primo momento è rimasta bloccata per la paura, ha trovato però la forza di reagire, riuscendo a liberarsi dalla presa per darsi alla fuga. Un tentativo però inutile. La giovane è stata infatti rincorsa e subito bloccata dall’energumeno che l’ha incastra in un angolo, riprendendo a palparla ovunque, con fare, a detta della ragazza, pure divertito. Inutile il tentativo degli amici di chiedere aiuto. Secondo quanto si è potuto apprendere, ci sarebbe stato anche chi, sottovalutando l’episodio e pensando ad uno scherzo, avrebbe rifiutato di approfondire il fatto poi rivelatosi molto grave. Dopo tanti tentativi, gli amici sono riusciti però a raggiungere la strada vicina, via Tirreno, e a dare così l’allarme alla nonna della vittima che fortunatamente si trovava a passare in macchina nei pressi della zona, cosiddetta Salaria. Quasi in contemporanea la 14enne è riuscita a liberarsi per la seconda volta e a raggiungere la nonna. La giovane, sotto choc, si è subito rinchiusa in macchina, e in lacrime ha raccontato tutto alla nonna. È stata proprio l’anziana signora a bloccare una pattuglia dei carabinieri della locale stazione, che fortunatamente si trovava a transitare per quella strada, anche grazie ai continui servizi esterni preventivi, organizzati h24 per tutta la stagione estiva. I militari del luogotenente Stefano Girelli, hanno subito circondato i portici, individuando e bloccando da lì a breve lo straniero che, a sua volta, cercava invano di dileguarsi con tutta la sua mercanzia. I carabinieri, prima di condurlo in carcere, hanno inoltre sequestrato allo straniero, privo di qualsiasi licenza, tutta la voluminosa mercanzia in suo possesso. Ancora sotto choc la vittima e l’amichetta. Oggi presso la stazione dei carabinieri si sono susseguiti alcuni testimoni. Sconcerto nella cittadina. (Ale.Ro.)

ULTIME NEWS