Pubblicato il

Terremoto, partenza in blocco da Civitavecchia

Finora quattro mezzi e nove uomini dei Vigili del Fuoco si sono recati in Abruzzo per fronteggiare il disastro

Finora quattro mezzi e nove uomini dei Vigili del Fuoco si sono recati in Abruzzo per fronteggiare il disastro

CIVITAVECCHIA – Ci sono anche i Vigili del Fuoco della caserma Bonifazi impegnati in Abruzzo, colpito questa notte attorno alle 3.30 dal terribile terremoto di magnitudo 5,8 della scala Richter. L’ultimo bilancio reso noto dal ministro Maroni parla di 50 vittime, tra cui 5 bambini. Ma è un numero provvisorio, si continua a scavare tra le macerie. Molti i crolli, migliaia gli sfollati. Una situazione tragica, che ha visto partire questa mattina alle 10.13 l’intera colonna mobile del distaccamento di Civitavecchia, su disposizione del comando provinciale di Roma. Quattro mezzi e nove uomini. “Come sempre – ha spiegato il capo distaccamento Pino Ibelli – gli uomini della Bonifazi si sono precipitati in sede durante la notte dando la piena disponibilità per essere inviati: al momento abbiamo raddoppiato i turni per coprire tutto il territorio di competenze per garantire il soccorso tecnico urgente ordinario”.
Gli automezzi della colonna mobile del distaccamento sono automezzi con attrezzatureTERREMOTO particolari necessarie ad effettuare le varie tipologie d’intervento in caso di terremoti, alluvioni, incendi di grave entità e diverse situazioni di emergenza. La sezione è composta da un camper polilogistico con caricamento standard, 9 posti letto, gruppo elettrogeno che può operare in piena autonomia per almeno tre giorni, in zone impervie assistito da altri 3 automezzi di appoggio che sono un defender 4×4 per il trasporto di personale, un act 90 4×4 con caricamento per crolli e un Om 40 4×4 per il trasbordo di attrezzature in caricamento sul camper polilogistico.

ULTIME NEWS