Pubblicato il

Tirrenia, la "Clodia" fatta partire a forza

CIVITAVECCHIA – Alla fine, dopo l’odissea di venerdì e sabato, con passeggeri rimasti a terra, imbarcati su altri traghetti, inferociti in banchina, domenica all’1 di notte la nave della Tirrenia “Clodia” è stata fatta partire per la Sardegna per motivi di ordine pubblico, nonostante l’avaria al motore. Questo inconveniente l’ha costretta a viaggiare ad una media di 8-9 nodi l’ora invece dei 17-18 e la durata del viaggio si è raddoppiata. Per accorciare i tempi la nave è approdata a Arbatax invece che a Cagliari, provocando altri problemi ai passeggeri costretti a raggiungere il capoluogo con autobus e auto. Inoltre il mancato arrivo della nave a Cagliari il giorno precedente ha reso necessario il trasferimento dei turisti, che dovevano essere imbarcati a Cagliari, nel porto di Arbatax. A bordo della Clodia sono stati fatti salire 750 passeggeri, altri mille sono stati imbarcati sulla Sharden, anch’essa della Tirrenia, e su un’altra nave della Snav Sardegna entrambe dirette ad Olbia. Questa operazione ha creato malumori nei passeggeri che, ignorando i problemi, sarebbero voluti salire sulla Clodia. “Il caso della Tirrenia non puo’ essere risolto con semplice scuse”. Così hanno dichiarato da Telefono Blu Consumatori che invita i turisti a contattare l’associazione ai centralini 06/83512178 nella capitale e 070/8589445 nel capoluogo sardo per i ricorsi. “L’invito rivolto alla società – hanno aggiunto – è quello di rimborsare subito i biglietti (sia acquistati direttamente, sia attraverso i tour operator) e non solo visto che due giorni di vacanza se ne sono andati”. L’associazione inviata anche dal portale www.telefonoblu.it ad inviare le richieste per iniziare inziative di risarcimento del danno.

ULTIME NEWS