Pubblicato il

Tolfa fuorilegge per i valori di arsenico nell’acqua

Il Corriere della sera riporta il paese collinare tra i nove centri irregolari della provincia Il tema è stato oggetto di dibattito in consiglio. Dal Comune: «Siamo stati i primi a correre ai ripari»

Il Corriere della sera riporta il paese collinare tra i nove centri irregolari della provincia Il tema è stato oggetto di dibattito in consiglio. Dal Comune: «Siamo stati i primi a correre ai ripari»

TOLFA – Acqua con arsenico oltre il limite nella Provincia di Roma e in particolare in nove comuni ‘‘fuorilegge’’, fra i quali Tolfa. A denunciarlo è stato il ‘‘Corriere della Sera’’ del 5 gennaio che ha anche sottolineato il fatto che il livello di arsenico nell’acqua è ancora oltre i limiti di 10 microgrammi per litro stabiliti dalla Ue. In particolare le analisi effettuate registrano parametri «fuorilegge» anche a Tolfa. A denunciare questo fatto è l’Acea che sta per dare il via ad una campagna informativa rivolta ai cittadini. Questa notizia del troppo arsenico nell’acqua che ogni cittadino di Tolfa usa ogni giorno è stato oggetto di un’interrogazione posta dal consigliere di opposizione, Antonio Marini (Prc) intorno alla quale si è discusso nell’ultimo consiglio comunale che si è tenuto venerdì sera e per il quale il tecnico competente, l’architetto Gentili, ha dato delucidazioni. «E’ vero che siamo fra i 9 comuni con più presenza di arsenico nell’acqua (14 microgrammi per litro – ndr) – ha spiegato la delegata comunale, Daniela Cedrani – ma è vero anche che siamo il primo comune che è corso ai ripari e che ha fatto i lavori e installato il depuratore di dearsenizzazione e di abbattimento del fluoro e che al massimo entro un mese entrerà in funzione e porterà all’abbattimento di queste due sostanze arrivando sotto al dato richiesto dalla Comunità europea. Ci tengo però a precisare che l’arsenico contenuto nelle nostre acque non deriva da scarichi industriali ma solo dala conformazione geologica del nostro territorio vulcanico e che quindi è l’acqua che abbiamo sempre bevuto e che ora è fuorilegge solo perchè la Comunità europea ha abbassato i parametri». (Rom. Mos.)

ULTIME NEWS