Pubblicato il

Tolfa, Gocce di Fantastica pronto il libro d'artista  

Il progetto è stato finanziato dalla Fondazione Cariciv. Cacciaglia: «Siamo vicini alle scuole e alle loro necessità, senza sostituirci a nessuno»

Il progetto è stato finanziato dalla Fondazione Cariciv. Cacciaglia: «Siamo vicini alle scuole e alle loro necessità, senza sostituirci a nessuno»

di ROMINA MOSCONI

E’ stato presentato oggi pomeriggio, a partire dalle 17, nell’Istituto Comprensivo di Tolfa ‘‘Gocce di Fantastica’’, il progetto che per tutto l’anno scolastico 2009/2010 è stato portato avanti con grande successo dagli alunni della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria della Dirigente Scolastica, Laura Piroli, che ha fatto da mediatrice dell’evento. “Inaugurare un progetto che è quasi in chiusura ad aprile può sembrare strano ma non lo è perché proprio ad aprile che il progetto ha avuto una veste nuova – ha spiegato la preside Piroli – ad aprile infatti abbiamo appreso che la Fondazione Cariciv aveva deciso di sponsorizzare il nostro progetto finanziando la pubblicazione di un libro. Libri come gocce di fantasia per bagnare l’apprendimento con una creatività nuova, pulsante e ricca di emozioni colorate che ha fatto da fil rouge nel nostro Pof in quest’anno scolastico. Da anni nella nostra scuola abbiamo messo al centro della progettualità la lettura per far nascere il piacere di leggere. Questa volta però non solo abbiamo promosso l’opportunità di incontrare testi ma di costruirli: abbiamo voluto far diventare gli alunni tanti piccoli autori di storie. Sperimentare la possibilità di esprimere conoscenze, emozioni, pensieri con creatività e fantasia e poi concretizzarli in un ‘‘libro d’artista’’ è stato come permettere ad ognuno di entrare nei segreti della scrittura, della stampa e dell’arte. I nostri alunni, con l’aiuto delle loro insegnati e la preziosa collaborazione di Eugenia Serafini, hanno avuto modo di conoscere gli strumenti della moderna comunicazione creativa attraverso l’avvicinamento a tecniche artistiche ed espressive. Ringrazio i docenti che con la fondamentale passione con quale svolgono il loro lavoro, hanno accompagnato gli alunni in questo nuovo percorso creativo. Vivere la scuola con la fantasia è il mezzo attraverso il quale ogni alunno riesce a sentirsi unico”. Presente all’incontro il presidente della Fondazione Cariciv, avvocato Vincenzo Cacciaglia, la referente del progetto Stefania Riversi e tutto il corpo docente dell’Istituto collinare, nonché gli alunni che hanno partecipato al progetto. Ad aprire l’incontro è stato un alunno della I elementare, Diego Onori, che ha evidenziato la validità del progetto che è stato scritto e pensato dalle docenti Lorella Copponi, Tomasa Pala, Patrizia Orchi, Maria Enrichetta Mattei, Mariaida Carducci e Stefania Riversi. «Ringrazio il presidente Cacciaglia e la Fondazione per aver finanziato il progetto che il nostro IC sta realizzando in quest’anno scolastico. Le classi e gli insegnanti coinvolti hanno iniziato a lavorare su questo percorso creativo da ottobre 2009; ogni classe ha letto, interpretato e illustrato racconti, fiabe, favole, poesie; in un secondo momento hanno inventato storie e poesie attraverso varie tecniche per costruire ‘’il libro d’artista’’ coinvolgendo Eugenia Serafini, docente dell’Università di Cosenza – ha spiegato la docente referente del progetto, Stefania Riversi – l’intero lavoro non avrebbe avuto visibilità se non fosse opportunamente intervenuto il finanziamento della Fondazione Cariciv. ‘‘Fantastica’’ è un termine che abbiamo rubato al grande scrittore per l’infanzia Gianni Rodari e al suo ‘‘Quaderno di Fantastica’’ nel quale prendeva nota del modo in cui nascevano le storie. Noi insegnanti crediamo che la fantasia aiuti i bambini ad affrontare il quotidiano e ad inventare storie capaci di rendere più leggere le difficoltà della vita. Ci auguriamo che questo lavoro sia utile a far capire ai nostri alunni l’importanza della scrittura e della lettura, indispensabili ad ogni persona per comprendere e apprezzare la potenza e il valore della parola. Nell’ambito del progetto abbiamo coinvolto gli alunni delle classi quinte della scuola primaria e le prime della scuola secondaria nella creazione del logo d’Istituto; quest’attività è stata vissuta dai ragazzi come un momento importante di particolare creatività. Ad aprile un’apposita commissione ha giudicato i tanti lavori scegliendo quello di Eleonora Copponi e questo suo logo da oggi rappresenterà sempre la nostra scuola. ed è il frutto di un percorso creativo finanziato dalla Fondazione Cariciv e confluito in una pubblicazione destinata agli alunni e alle loro famiglie». Soddisfatto il presidente della Fondazione Cariciv, Vincenzo Cacciaglia: «In questo momento di crisi, senza voler sostituire nessuno, cerchiamo solo di sopperire alle necessità delle scuole e delle associazioni del territorio. Questa è una scuola viva e attiva e siamo ben felici di aver contribuito alla realizzazione di questo bellissimo progetto. Verrò volentieri anche alla mostra e festa finale». L’8 giugno quindi dalle 8 alle 13 sarà possibile ammirare i lavori di tutti gli alunni e gustare in pieno la bellezza di tutta la loro creatività. Alle 11 poi è prevista la manifestazione finale a cui ha promesso di partecipare anche il presidente della Fondazione Cariciv, Cacciaglia. Sia la Dirigente Scolastica Piroli, che le docenti e soprattutto gli alunni invitano tutti a partecipare numerosi.

ULTIME NEWS