Pubblicato il

Torna il progetto "Avis Scuola"

CIVITAVECCHIA – Formazione e informazione. Sono questi gli obiettivi del progetto “Avis Scuola”, giunto quest’anno alla quinta edizione grazie al prezioso contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia. “Quando durano tanto nel tempo – ha spiegato soddisfatto il presidente della Fondazione Vincenzo Cacciaglia – significa che sono validi: magari si possono migliorare con gli anni e perfezionare, ma sicuramente vanno ripetuti e quindi finanziati. Questo progetto ha un’importante valenza sociale perché insegna ai bambini e ai ragazzi i valori dell’altruismo e del rispetto per gli altri attraverso la donazione del sangue”. D’altronde, come ha spiegato poi il prof. Pace, direttore sanitario associativo, l’Avis in questo modo prepara i futuri cittadini alla conoscenza del problema e all’opportunità di essere protagonisti attivi. “Siamo impegnati in oltre dieci scuole e con più di 1500 alunni tra elementari, medie e superiori – ha aggiunto il presidente dell’Avis Nicoletta Iacomelli FONDAZIONE– grazie ai nostri volontari sponsorizziamo l’importanza della donazione del sangue tra i giovani, possibili donatori al compimento del diciottesimo anno di età. Sono alla scadenza del mio triennio di dirigenza e in questi anni, grazie anche a progetti del genere, abbiamo aumentato il numero di soci attivi a 1058 e raggiunto le 1648 unità di sangue raccolto”. Un bilancio positivo, nonostante l’assenza, più volte sottolineata, del Comune. “Un grazie – ha infatti aggiunto Iacomelli – va alla Fondazione Cariciv e al suo costante impegno a favore della sanità locale”.

ULTIME NEWS