Pubblicato il

Trasporti: contro gli abusivi giro di vite della Polizia di Frontiera

Gli agenti hanno elevato diverse contravvenzioni, ritirato carte di circolazione e sequestrato due autovetture

Gli agenti hanno elevato diverse contravvenzioni, ritirato carte di circolazione e sequestrato due autovetture

CIVITAVECCHIA – Se al Pincio si continua a parlare di convocazioni di tavoli con la Provincia di Roma per risolvere il problema legato alle licenze di taxi e Ncc, al porto c’è chi invece porta a casa risultati per contrastare il fenomeno dell’abusivismo. Sette violazioni amministrative al codice della strada, 3 violazioni amministrative al testo unico della legge sulla pubblica sicurezza, 2 patenti, 4 carte di circolazione di furgoni e pullman, 3 permessi di accesso al porto ritirate, 2 autovetture sequestrate: è questo il bilancio del servizio di controllo straordinario messo in atto l’altro giorno dagli agenti del primo dirigente Paolo Malorni e del sostituto commissario Archimede Pucci, mirato al controllo del trasporto abusivo. Sono state 21 le unità utilizzate nel servizio che sarà attuato ormai con cadenza regolare dentro e fuori il porto. Con l’inizio della stagione croceristica, infatti, il fenomeno dell’abusivismo si intensifica sempre più. Sono stati trenta i veicoli e 46 le persone sottoposte a controllo. Si tratta di italiani, e in particolare di autisti, o improvvisati tali, provenienti da Roma e da Santa Marinella. Considerato il numeroso traffico di croceristi che sbarcano in città, gli abusivi arrivano in città abusando appunto delle licenza o addirittura sprovvisti, chiedendo somme eccessive per le corse agli ignari stranieri, pronti a pagare per raggiungere soprattutto la Capitale. Con i controlli iniziati da qualche giorno e attuati dalla Polizia di Frontiera si vuole proprio evitare questo via vai selvaggio di auto, furgoncini e pullman. E i risultati iniziano ad arrivare: delle sette contravvenzioni elevate a seguito di violazioni al codice della strade, ad esempio, diverse sono state quelle superiori ai 1300 euro.

ULTIME NEWS