Pubblicato il

Tribunale, si pensa al progetto sperimentare della Provincia

Il dirigente amministrativo Grosselli: «Cancellieri non ci si inventa dall’oggi al domani» Instaurata una collaborazione con l’istituto ‘‘Baccelli’’: 9 studenti presteranno attività per 60 ore

Il dirigente amministrativo Grosselli: «Cancellieri non ci si inventa dall’oggi al domani» Instaurata una collaborazione con l’istituto ‘‘Baccelli’’: 9 studenti presteranno attività per 60 ore

TRIBUNALECIVITAVECCHIA – Non sembra, almeno per il momento, interessare più di tanto il progetto sperimentale che la Provincia di Roma ha avviato nei giorni scorsi con il Tribunale della Capitale per soddisfare da un lato la carenza di personale nei palazzi di giustizia, dall’altro la necessità di occupazione in un periodo di crisi come quello attuale. Progetto che, il consigliere provinciale Gino De Paolis, auspica si possa estendere anche a Civitavecchia, che soffre da tempo sotto questo punto di vista, e poi anche a Tivoli e Velletri.

Il dirigente amministrativo del Tribunale di Civitavecchia, Crispino Grosselli, ha infatti spiegato che «ovviamente vanno valutate bene tutte le caratteristiche dell’iniziativa, anche se – ha aggiunto – cancellieri non ci si inventa dall’oggi al domani. Qui, e lo diciamo da anni, servono forze lavorative certo, ma c’è necessità soprattutto di personale di livelli bassi: per il resto cerchiamo di sopperire anche ricorrendo alla mobilità orizzontale».

Anzi, proprio per la cronica carenza di personale, il Tribunale locale già da tempo si è rimboccato le maniche creando una proficua collaborazione con l’istituto superiore ‘‘Baccelli’’: una sinergia scuola-mondo del lavoro necessaria anche per offrire nuove opportunità ai ragazzi. «In questo senso – ha infatti spiegato il dottor Grosselli – il 3 marzo presenteremo un progetto attraverso il quale 9 ragazzi diplomandi presteranno attività all’interno del Palazzo di Giustizia per almeno 60 ore».

ULTIME NEWS