Pubblicato il

Truffa dei bolli Aci, confronto positivo tra Mazzola ed Equitalia

Il primo cittadino: «Fissato per il 7 marzo un incontro con l’avvocato Cinzia De Bonis che segue il problema per la Regione Lazio»

Il primo cittadino: «Fissato per il 7 marzo un incontro con l’avvocato Cinzia De Bonis che segue il problema per la Regione Lazio»

TARQUINIA – Speranze di una rapida soluzione per la vicenda dei bolli Aci che continua ad affliggere alcuni cittadini raggiunti da ennesima richiesta di pagamento del bollo relativo al 2003. Il sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola ha incontrato ieri il dirigente provinciale di Equitalia per discutere della questione. Il primo cittadino etrusco parla in proposito di un positivo confronto. “È stata una riunione proficua. – dice Mazzola – Il dirigente provinciale di Equitalia ha mostrato grande disponibilità nel risolvere la vicenda, che riguarda pochi cittadini. In pieno accordo, il 7 marzo è stato fissato un incontro con l’avvocato Cinzia De Bonis che segue il problema per la Regione Lazio. Nell’occasione sarà anche fatto il punto della situazione per i bolli pagati nel biennio 2004-2006, al fine di verificare se ci siano eventuali anomalie”. “Giova ricordare che, grazie all’impegno dell’amministrazione – dice il sindaco – è stato possibile sospendere in modo definitivo le ingiunzioni di corresponsione della tassa di oltre 1170 persone, a cui tra il 2009 e il 2010 era giunta la cartella esattoriale. “Ancora una volta il Comune sarà vicino ai cittadini, – ribadisce il sindaco Mazzola – che invito a rivolgersi all’Ente per difendere i loro diritti e non a chi vuole soltanto strumentalizzare politicamente il caso”.

ULTIME NEWS