Pubblicato il

Tutta Allumiere piange l’ufficiale della Folgore

L’ultimo saluto a Fabio Taranta lunedì mattina a Siena con l’intero reggimento. Poi il feretro giungerà in collina: il funerale alle 16 nella chiesa dell’Assunta Don Augusto: «Tornava sempre dai genitori. Viveva lontano ma era molto affezionato al paese»

L’ultimo saluto a Fabio Taranta lunedì mattina a Siena con l’intero reggimento. Poi il feretro giungerà in collina: il funerale alle 16 nella chiesa dell’Assunta Don Augusto: «Tornava sempre dai genitori. Viveva lontano ma era molto affezionato al paese»

di ROMINA MOSCONI

ALLUMIERE – Dolore e sgomento ad Allumiere per la prematura scomparsa di Fabio Taranta, il 39enne parà nativo di Allumiere e da anni residente a Siena dove era nel 186° reggimento della Folgore. Conosciuto e amato in paese, Fabio Taranta ha lasciato un vuoto incolmabile, non solo nei suoi famigliari ma anche negli allumieraschi. Taranta, come spiega anche lo storico Rinaldi: «Era uno degli allumieraschi doc che pur avendo lasciato il paese lo portava nel cuore e con il suo servizio dava lustro ad Allumiere. E’ sempre stato in prima linea senza mai tirarsi indietro rischiando la vita per salvare gli altri e ora così all’improvviso ci ha lasciati a seguito di un’operazione di routine». Triste e davvero scosso è anche il parroco di Allumiere, don Augusto Baldini: «Fabio aveva lasciato il nostro paese a soli 18 anni, ma tornava spesso dai genitori che sono due persone splendide che non hanno mai ostacolato il suo sogno di diventare un parà. Anche se viveva lontano, era molto affezionato al nostro paese ed era stato qui proprio durante il Palio insieme a sua moglie Giovanna e all’adorata figlioletta Azzurra di soli 5 anni». Attonito il sindaco Battilocchio, che tra l’altro era anche cugino di Taranta: «Non riesco a crederci – ha sottolineato commosso – era giovane e sempre molto attivo e solare. Era un noto capitano della Folgore e da anni prestava servizio a Siena nella caserma Bandini e si era sempre distinto per serietà, passione e voglia di aiutare il prossimo. In famiglia, ma anche nella sua caserma nessuno si dà pace. La notizia della sua morte venerdì è iniziata a diffondersi qui da noi fin dal mattino: è stato un triste tam tam che ha unito tutti gli allumieraschi intorno a Livio e Elena, i genitori del caro Fabio. Tutto il paese piange questo uomo eccezionale che era riuscito a realizzare il suo sogno e che svolgeva con passione il suo servizio nella Folgore». Fabio non aveva mai tagliato i ponti con Allumiere e con i suoi amici: in questi ultimi tempi addirittura aveva stretti rapporti con tutti attraverso Facebook e anche la consorte di Fabio amava passare le ferie nel paesino collinare. I familiari e alcuni parenti e amici sono corsi a Siena, intanto ad Allumiere don Augusto Baldini lo sta ricordando in tutte le messe. I funerali si svolgeranno lunedì mattina a Siena, poi un picchetto d’onore e alcuni rappresentanti della Folgore e i familgiari di Taranta accompagneranno il feretro ad Allumiere dove alle 16, nella Chiesa dell’Assunta sarà celebrato il funerale da don Augusto, alla presenza delle autorità civili, militari e religiose. Sarà poi tumulato al cimitero collinare nella cappella di famiglia.

ULTIME NEWS