Pubblicato il

Ucciso in campagna: forse un regolamento di conti

CERVETERI. Il pregiudicato Carmine Monaco, 74 anni, sarebbe stato freddato da tre proiettili L’esecuzione potrebbe essere legata alla sua attività di usuraio

CERVETERI. Il pregiudicato Carmine Monaco, 74 anni, sarebbe stato freddato da tre proiettili L’esecuzione potrebbe essere legata alla sua attività di usuraio

CERVETERI – È stato trovato morto, riverso a terra in una strada di campagna, in via Monte Abatone, a Cerveteri, con ferite d’arma da fuoco sul corpo e forse anche sul viso, Carmine Monaco pregiudicato di Ladispoli ma originario della Campania. L’uomo, 74enne, aveva precedenti per usura ed estorsione. Giovedì sera, poco prima delle 20, in quella strada nascosta, alle spalle del campo sportivo, forse c’è stato un regolamento di conti, una esecuzione che ha il sapore della vendetta, forse legata proprio all’attività di usuraio. A ritrovare il cadavere è stato un passante che ha visto il corpo senza vita sulla strada. Subito sul posto si sono precipitati i vigili del fuoco e i Carabinieri della stazione di Cerveteri che indagano sulla vicenda. In base a quanto si è potuto apprendere l’uomo è stato raggiunto da tre proiettili, di cui uno proprio al volto. In tarda serata, giovedì, si è recato sul posto il medico legale per i rilievi del caso. Sulla vicenda massimo riserbo da parte dei carabinieri che indagano a 360 gradi per ricostruire la vicenda. La scorsa settimana si era svolta un’udienza per uno dei tanti processi che lo vedevano imputato. Il pregiudicato era difeso dall’avvocato Pier Salvatore Maruccio che ha espresso sconcerto per la notizia e cordoglio per il tragico evento. L’usuraio non avrebbe manifestato alcun segnale di pericolo per la propria persona.

ULTIME NEWS