Pubblicato il

Udc, Pd e Freedom nel mirino di Vitali

CIVITAVECCHIA – Sulla situazione politica, si registra l’intervento del Capogruppo del Pdl, Dimitri Vitali.
«Ma guarda un po’: è bastata la replica del Sindaco al segretario dell’Udc Marco Di Gennaro per scatenare il Pd, chiaramente in aiuto all’antico sodale, e l’associazione Freedom sostanzialmente si ritrova sulla stessa linea d’onda.
Giacché tutto ciò rafforza la sensazione che la campagna elettorale sia cominciata – si chiede Vitali – non è che questo fuoco incrociato trasversale finalmente ci fa capire, e fa comprendere alla città, qual è la squadra che si accinge a mettersi insieme per le prossime comunali? Chissà».
«Venendo comunque al sodo – prosegue nella nota – la filastrocca che il Pd sbandiera in tutte le sedi sulla delibera 71 è cosa risaputa, la risposta a tale filastrocca anche: la messa sul mercato del 60% delle azioni delle Holding è un’impostazione scelta dalla maggioranza e dall’Amministrazione, attraverso la sede più democratica possibile e cioè il Consiglio Comunale, a salvaguardia dell’occupazione.
Non si licenzierà nessuno, lo abbiamo detto ed è registrato agli atti. In democrazia, questo basta.
A proposito di occupazione e politica – afferma il capogruppo del Pdl – l’augurio è che questi oppositori si mettano a lavorare pesantemente di qui alla prossima scadenza elettorale, perché visti gli ultimi eventi, da tre anni e mezzo a questa parte da dodici consiglieri comunali ne sono rimasti sette».
Secondo Dimitri Vitali gli altri hanno pensato di lasciare una compagine priva di idee, contenuti, iniziative, praticamente priva di tutto: «Credo che sia difficile andare a spiegare ai civitavecchiesi perché dovrebbero accordare loro uno straccio di fiducia.
Su Freedom – dichiara – infine, ormai è chiaro che siamo davanti ad un’associazione che fa politica solo per mettersi in netto contrasto con Gianni Moscherini, con la sua maggioranza e soprattutto con il Pdl, che con nove rappresentanti resta la prima forza a suo sostegno.
Se questo è l’imprimatur della nuova coalizione che si opporrà alla squadra di Gianni Moscherini – conclude – li aspettiamo a braccia aperte: e sarà la gente a decidere con chi stare».

ULTIME NEWS