Pubblicato il

Uffici Comunali…l’ennesima “perla”

Spett/le Redazione,
ho ricevuto stamane una perentoria “ingiunzione” , con tanto di minaccia di “recupero forzoso” ( e meno male che specifica che “appare equo” !) per il pagamento di una multa da € 50 elevatami il 13 Ottobre 2006 ( avete letto bene : duemilasei !) dalla Guardie Zoofile locali perché “transitavo in luogo pubblico col cane senza guinzaglio” . Preciso che quel “luogo pubblico” non era Corso Centocelle, ma una stradina privata senza uscita nei paraggi del Tiro a Segno Nazionale in San Gordiano…ma va bene : la legge non ammette esenzioni !
Appartenendo io ( e sarebbe il caso di dire “purtroppo” !) a quella specie in estinzione di cittadini che quando sbaglia lo riconosce e paga senza fiatare ) mi diedi subito da fare nei giorni successivi per “oblare” (si dice così in burocratese ?)
al Comando dei Vigili … dove, malgrado ogni miglior interessamento del cortese interlocutore, mi fu risposto che “nulla a loro risultava”, né – udite udite – erano in grado di delucidarmi sul come e dove ottemperare a quel Verbale delle Guardie Zoofile !
Animato da quel sacrosanto zelo di quei cittadini in estinzione, andai a chiedere anche alla Cassa di Risparmio di Civitavecchia quale esattore del Comune, ma anche là nulla mi fu saputo dire.
Intanto erano scaduti i 10 giorni ( non 30 come per gli altri “comuni” verbali) di termine per il pagamento, e così scrissi direttamente al Sindaco ( Prot. Comune n° 0055945 del 21/11/2006 ) chiedendogli dove indirizzarmi…ovviamente senza risposta… e che si spreca il 1° Cittadino per i suoi amministrati/contribuenti che gli passano pure lo stipendio !
Alla fine approdai al Comando delle Guardie Zoofile che allora era a Villa Albani.. e finalmente riuscii a sapere gli estremi per il versamento in Conto Corrente ( per la cronaca 50874007 ) intestato a “Comune di Civitavecchia – Servizio Tesoreria )
Erano già trascorsi ormai 17 giorni di vani peregrinamenti ; il 28 versai i miei bravi 50 euro e con un sospiro di sollievo pensavo d’aver chiuso il discorso.
…Pensavo, senza sapere, però, che intanto lo sgangherato “monstre” di Palazzo del Pincio continuava ottusamente ad inseguirmi da Uffici e Servizi totalmente scollegato fra loro !
Con un riso amaro ho così accolto l’”ingiunzione” odierna e confesso che d’acchitto m’era venuto di non rispondere ; lo farò, tuttavia, non foss’altro che per non incentivare tutti quei perditempo di Via Guglielmotti, ingolfati, loro malgrado,
in chissà quante altre pratiche inutili, sprecatempo e pubblico denaro.
Grazie – Saluti distinti

Civitavecchia : 30 Settembre 2009

Gennaro Goglia
del popolo vessato

ULTIME NEWS