Pubblicato il

Uilcem: "Il modello confederale di safety è trasparente"

Il segretario nazionale Riccardo Marcelli interveiene su Tvn: "Non faremo sconti a nessuno, ma un incidente non può essere l’occasione per sconfessare in modo strumentale quanto il sindacato ha conquistato a vantaggio della sicurezza"

Il segretario nazionale Riccardo Marcelli interveiene su Tvn: "Non faremo sconti a nessuno, ma un incidente non può essere l’occasione per sconfessare in modo strumentale quanto il sindacato ha conquistato a vantaggio della sicurezza"

ROMA – “Dopo l’ultimo incidente, fortunatamente non grave, alla Centrale di Torrevaldaliga Nord, si sono sovrapposte una serie di dichiarazioni con l’unico scopo di mettere in discussione il nuovo modello di sicurezza sul lavoro sottoscritto dall’Enel con Cgil, Cisl e Uil. Il nuovo modello sulla sicurezza nel lavoro di Torre Nord ha introdotto figure di rappresentanza dei lavoratori designati direttamente dalle Organizzazioni confederali”. Lo dichiara in una nota il segretario naizonale della Uilcem Riccardo Marcelli. “Queste figure – prosegue Marcelli – operano nella Centrale di Civitavecchia per garantire la sicurezza sul lavoro di tutte le categorie impegnate nel sito, nelle diverse aeree che lo compongono. L’infortunio, dell’operaio impegnato a Torre Nord, deve essere un monito per imprimere una maggiore incisività al modello per la tutela della sicurezza di tutti i lavoratori impegnati nel sito”.
“Lo diciamo chiaro, non faremo sconti a nessuno; ma un incidente – conclude Marcelli – non può essere l’occasione per sconfessare in modo strumentale quanto il Sindacato ha conquistato a vantaggio della sicurezza”.

ULTIME NEWS