Pubblicato il

Un cittadino scrive a Grimaldi: «S. Severa è migliorata grazie a lei»

S. Marinella. Francesco Marino: «Adesso difendiamo la costa dall’erosione»

S. Marinella. Francesco Marino: «Adesso difendiamo la costa dall’erosione»

BACHECASANTA MARINELLA – L’assessore Angelo Grimaldi in quota Pdl incassa le lodi di un cittadino di centrosinistra. Francesco Marino, residente a Santa Severa, ha infatti scritto una lettera aperta a Grimaldi, per complimentarsi per «l’ottimo lavoro che sta svolgendo per Santa Severa». Marino spiega di non essere un elettore del Pdl, ma al tempo stesso desidera ringraziare l’assessore all’Urbanistica per il costante impegno dimostrato. «Ci siamo accorti – scrive Marino a Grimaldi – che avere lei all’interno del Comune è fonte di sicurezza. Gli unici abusi, eccessi ed egoismi, si sono riscontrati quando governavano le persone più vicine al mio partito (di centrosinistra, ndr) e lei si trovava in opposizione». «Parlando con la gente di Santa Severa – scrive Marino – villeggianti, residenti e commercianti siamo stati d’accordo nel convenire che se qualcosa è migliorato in questa cittadina lo dobbiamo a lei e alle giunte comunali di cui ha fatto parte». Lungo l’elenco delle opere realizzate: «La messa in sicurezza del centro del paese attraverso quella colossale opera che ha permesso per sempre di evitare i terribili allagamenti dovuti allo straripamento del fosso Olimpo – dice Marino – la nuova illuminazione per tutta la cittadina, marciapiedi, la pista ciclabile, l’asfaltatura delle strade, l’apertura della delegazione comunale, la sistemazione della piazza dei grottini e la costanza nell’ascoltare i piccoli problemi della gente e delle varie associazioni». Marino aggiunge consigli all’assessore Grimaldi per il futuro. «So bene che non tutto si può fare e che il Comune e il giovane sindaco Bacheca stanno dando il massimo, però mi permetta un appunto su dove concentrare i vostri sforzi: difendere l’erosione di queste spiagge, spostare l’antenna dal centro di S. Severa, migliorare la pulizia, ristrutturare il lungomare ed aprirlo dove è chiuso, in modo che diventi “unico”». (A.D.A.)

ULTIME NEWS