Pubblicato il

Una settimana di appuntamenti per la Cassaria

Ricco il calendario di iniziative organizzate in occasione delle messinscena dell’opera di Ariosto. Il Traiano pronto a festeggiare i 500 anni del Forte e della prima commedia in lingua italiana. Prezioso contributo della Fondazione Ca.Ri.Civ. Pino Quartullo soddisfatto per la mostra di testi antichi messi a disposizione dal Ce.Si.Va. e per i convegni con ospiti illustri come Vittorio Sgarbi

Ricco il calendario di iniziative organizzate in occasione delle messinscena dell’opera di Ariosto. Il Traiano pronto a festeggiare i 500 anni del Forte e della prima commedia in lingua italiana. Prezioso contributo della Fondazione Ca.Ri.Civ. Pino Quartullo soddisfatto per la mostra di testi antichi messi a disposizione dal Ce.Si.Va. e per i convegni con ospiti illustri come Vittorio Sgarbi

CIVITAVECCHIA – Verrà festeggiato con un evento teatrale, una mostra di volumi storici risalenti alla prima metà del 1500 e messi a disposizione dal Centro Simulazione e Validazione dell’Esercito, dei convegni con la partecipazione di ospiti autorevoli e una pubblicazione, un doppio cinquecentenario: quello del Forte Michelangelo, ormai alle battute finali, e quello della “Cassaria”, la prima commedia scritta in lingua italiana da Ludovico Ariosto proprio nel 1508 e portata in scena, grazie ad una attento studio e lavoro di ricerca, da Pino Quartullo, con l’attore Nini Salerno e i ragazzi della Scuola delle Arti. «Non potevamo arrivare ad organizzare questo evento senza il prezioso contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia – ha spiegato il direttore artistico del Traiano – senza l’apporto dell’ente di origine bancaria non avremmo potuto muovere neanche un passo». Nato come saggio di fine anno della Scuola delle Arti, la Cassaria sarà un evento a 360 gradi, ricco di spunti ed interessanti iniziative. «Si tratta di un appuntamento culturalmente interessante – ha spiegato il presidente Vincenzo Cacciaglia – abbiamo sostenuto con entusiasmo il progetto perché siamo convinti che teatro ed università sono i due punti fondamentali per la crescita culturale di una città: siamo sulla strada giusta». Soddisfatta anche la delegata alla Cultura del Pincio, Annita Cecchi, che ha ricordato l’importanza del coinvolgimento anche delle scuole in questi giorni. Il ricco menù prevede dal 12 al 14 ottobre rappresentazioni mattutine dello spettacolo indirizzate proprio agli studenti. Il 15 e il 16, invece, l’appuntamento è per le 21 ad ingresso gratuito, (con coupon ritirabili il 13 ottobre dalle 9 alle 13 e dalle 15.30 alle 17.30 nell’atrio della biblioteca comunale). Mercoledì 14 e giovedì 15, a partire dalle 16.30, è in programma la due giorni di convegno “Le rivoluzioni del Rinascimento intorno al 1508” con ospiti illustri, tra cui, grazie proprio alla Fndazione Ca.Ri.Civ., anche Vittorio Sgarbi: si parlerà anche del ritrovamento dei dipinti di epoca cinquecentesca in una casa a piazza Leandra. Nel foyer del Traiano, invece, sarà ospitata la mostra di dieci volumi storici della prima metà del 1500, messi a disposizione dal Ce.Si.Va, e di stampe dell’epoca e sarà anche pubblicato un volume da Prospettiva Editrice proprio sulla ‘‘Cassaria’’.

ULTIME NEWS