Pubblicato il

Una virata e poi lo schianto sulla pista

Tragica morte per il paracadutista Fabio Taranta del gruppo Folgore della caserma Bandini di Siena L’incidente è avvenuto giovedì poco dopo le 17 nell’area di lancio dell’aeroporto Molin Bianco. Sotto choc gli abitanti del paese collinare Il 41enne sin da piccolo sognava di fare questo mestiere. Era il cugino del sindaco Battilocchio. Ai famigliari parole di conforto da Don Augusto

Tragica morte per il paracadutista Fabio Taranta del gruppo Folgore della caserma Bandini di Siena L’incidente è avvenuto giovedì poco dopo le 17 nell’area di lancio dell’aeroporto Molin Bianco. Sotto choc gli abitanti del paese collinare Il 41enne sin da piccolo sognava di fare questo mestiere. Era il cugino del sindaco Battilocchio. Ai famigliari parole di conforto da Don Augusto

di ROMINA MOSCONI

ALLUMIERE – «Allumiere ha perso uno dei suoi figli più cari». Lo storico Riccardo Rinaldi ricorda così il 41enne Fabio Taranta che giovedì pomeriggio, intorno alle 17, è deceduto nell’area di lancio dell’aeroporto di Molin Bianco, nei pressi di Siena, dopo un lancio col paracadute. Il paracadutista collinare, da alcuni anni residente a Siena dove era ufficiale in forza al reparto dei paracadutisti della Folgore della caserma Bandini, dopo una virata e probabilmente a causa del forte vento, invece di atterrare regolarmente è caduto rovinosamente nella pista del nucleo elicotteri dei vigili del fuoco. Il suo impatto col terreno è stato violento e sul posto è intervenuta un’ambulanza del 118, ma i sanitari, considerata la gravità delle fratture riportate da Taranta hanno disposto prontamente il trasferimento in eliambulanza. Purtroppo però il collinare è deceduto all’ospedale Le Scotte di Siena. Taranta ha lasciato la moglie ed una bambina di appena 5 anni. Sono ora in corso gli accertamenti del caso. Per ora, secondo una prima ricostruzione, il paracadutista sembra che si sia lanciato regolarmente e pare che ci sia stata una normale apertura del paracadute, ma ad una decina di metri da terra, forse per un colpo di vento, l’uomo ha accelerato la sua corsa schiantandosi. «Tutto il paese di Allumiere in questo triste lutto – commenta Riccardo Rinaldi – si stringe intorno ai genitori che vivono ancora ad Allumiere e a tutti i famigliari di questo giovane e valente paracadutista». Cordoglio è stato espresso anche da parte della giunta Battilocchio e del parroco don Augusto Baldini. Fabio Taranta si è sempre distinto in quanto in tutti gli anni del suo servizio ha compiuto numerose missioni all’estero. I compagni di squadra lo ricordano come «un ufficiale sempre pronto a mettersi in prima linea e al servizio di tutti». In paese conoscenti e amici ricordano che Fabio, sin da piccolo, amava il volo e il paracadutismo e manifestava la voglia di coltivare questa passione. Ciò che più commuove è proprio il fatto che questo sogno gli è costato la vita. Per tutti Fabio Taranta è stato «un grande uomo». Don Augusto Baldini oggi ha incontrato i genitori, per portare loro parole di conforto e progere sincere condoglianze da parte di tutto il paese. Il magistrato non ha ancora concesso il nulla osta per lo spostamento della salma. I funerali con ogni probabilità si svolgeranno lunedì, con formula doppia: sia in forma ufficiale, a Siena, con tutto il corpo della Folgore, sia ad Allumiere, per i famigliari e gli amici. Una tragedia che lascia sotto choc tutti gli abitanti del piccolo paese collinare. SOCCORSI
In visita ai famigliari si è recato anche il sindaco Augusto Battilocchio, che è pure cugino della vittima. Molto provato dal dolore, il primo cittadinoha detto: «Nessuno può dimenticare la bontà di questo ragazzo. Difficile da accettare quanto gli è accaduto: ha rischiato tante volte la vita in missioni difficilissime all’estero, e alla fine è morto durante un normale lancio di routine. Sono profondamente addolorato sia come parente sia come primo cittadino. Con la sua tragica morte Fabio lascia una moglie giovanissima e la piccola figlia di soli cinque anni».
Fabio Taranta era anche parente di Maria Luisa Taranta, il noto architetto che da anni disegna il drappo del Palio di Allumiere.

ULTIME NEWS