Pubblicato il

Università Agraria, a Tarquinia torna la carne biologica

TARQUINIA – Torna la carne biologica proveniente dall’allevamento della Roccaccia gestito dall’Università Agraria di Tarquinia, dal 23 settembre al 9 ottobre una finestra di vendita presso il partner storico dell’Ente, la Cooperativa Zootecnica Viterbese.“Stiamo studiando – spiega l’assessore Gino Stella – modalità di vendita sempre più efficaci ed efficienti. Grazie alla professionalità della Cooperativa Zootecnica Viterbese siamo in grado di garantire il massimo della qualità con costi fortemente competitivi. Non bisogna mai dimenticare che siamo davanti ad un prodotto davvero biologico e dalla filiera cortissima”.“Il nostro obiettivo dichiarato – conferma Gino Stella – commercializzare favorendo gli utenti di Tarquinia, soprattutto le fasce più deboli. In questo senso stiamo valutando la creazione di gruppi di acquisto solidali. Punto di riferimento il centro anziani di Tarquinia dove sperimenteremo questo tipo di attività a partire dai prossimi mesi. Impegni che avevamo preso in campagna elettorale, che vogliamo stendere anche ad altri prodotti”. “L’allevamento della Roccaccia – continua Gino Stella – continua a crescere, anche nel comparto equino. Lusinghieri apprezzamenti quelli raccolti alla recente Mostra Nazionale del Cavallo Maremmano, ottimi i punteggi raggiunti dai nostri cavalli. Soddisfazione anche nel vedere gli esemplari venduti ai privati in questi mesi portare il nome della Roccaccia in giro per l’Italia ottenendo anch’essi riconoscimenti importanti”.“La qualità raggiunta dall’allevamento dell’Università Agraria – conclude Gino Stella – sta portando risultati economici importanti. Tarquinia è entrata nel gota dell’allevamento dei cavalli e dei bovini maremmani e può guardare alla pari altre realtà assai più blasonate. Non bisogna tuttavia fermarsi, occorre andare avanti nell’ambito del miglioramento delle linee di sangue. L’Università Agraria un raro esempio di azienda pubblica che funziona”.

ULTIME NEWS