Pubblicato il

Variante termale, vicina l’approvazione

Accolto con soddisfazione in Regione il progetto di massima consegnato dal Comune. L’assessore Montino: «Se l’istruttoria si conclude positivamente sono pronto a firmare»

Accolto con soddisfazione in Regione il progetto di massima consegnato dal Comune. L’assessore Montino: «Se l’istruttoria si conclude positivamente sono pronto a firmare»

CIVITAVECCHIA – Novità in arrivo riguardo all’approvazione della variante termale, una situazione in merito alla quale starebbe per prevalere il buonsenso. Il dato positivo paradossalmente arriva dall’assessore regionale all’Urbanistica Esterino Montino, la cui posizione appare ora nettamente diversa rispetto a quella dei mesi scorsi, che ha determinato la mancata firma sulla delibera del progetto termale di Civitavecchia. Questa volta le contrapposizioni emerse in commissione Urbanistica alla presenza del sindaco Moscherini sembrerebbero svanite: «Devo riconoscere che il Comune di Civitavecchia ha fatto un grande passo avanti sulla questione del progetto – ha dichiarato Montino – trasmettendomi la scorsa settimana una proposta concreta per l’utilizzo della parte termale che ho immediatamente girato agli uffici per l’istruttoria tecnica». Gli stessi uffici guidati dall’ingegner Demetrio Carini che della variante termale ormai conosce ogni aspetto, avendo già confermato tra l’altro nelle due audizioni in commissione Urbanistica la validità dell’intera variante all’interno della quale insiste il comparto TB3 (dove si trova ubicato il complesso termale e alberghiero pubblico già approvato dalla Pisana negli anni scorsi) e dal quale ci si potrebbe ora aspettare un’agevole riconferma del parere favorevole già espresso negli anni scorsi. «Voglio sottolineare che da parte mia non c’è mai stata una contrarietà di principio alla realizzazione delle terme – ha proseguito l’assessore Montino – era l’impostazione data dal Comune ad essere sbagliata. A questo punto – ha concluso – se l’istruttoria dovesse dare esito positivo, sarei più che disponibile a firmare gli atti in giunta». Insomma, se non è zuppa è pan bagnato. In sostanza la posizione di Montino permetterà al Comune di conservare la proprietà pubblica del complesso termale, risolvendo definitivamente le preoccupazioni e le ansie dei cittadini di Civitavecchia.

ULTIME NEWS