Pubblicato il

Venerdì sciopero generale della Cgil

I manifestanti partiranno anche con pullman da Civitavecchia

I manifestanti partiranno anche con pullman da Civitavecchia

CIVITAVECCHIA – La Cgil di Civitavecchia invita tutti i lavoratori a partecipare allo sciopero nazionale che è stato indetto per il prossimo venerdì 12 marzo a Roma. “Il Governo nega la crisi – affermano dal sindacato – e promette che nessuno “verrà lasciato indietro”. Intanto cresce la disoccupazione, si licenziano i precari della scuola e della pubblica amministrazione, si moltiplicano le vertenze sull’occupazione e le risposte continuano a non essere date”.
Quattro le principali richieste dei manifestanti al Governo. La prima è lo stop ai licenziamenti per garantire la prosecuzione della CIG in deroga, raddoppiare la durata dell’indennità di disoccupazione e aumentare i massimali CIG, sostenere il reddito e prevedere gli ammortizzatori sociali per i precari. “È necessario inoltre – proseguono dal sindacato – affrontare le vertenze per impedire la chiusura delle aziende, definire strumenti di politica industriale, avviare subito un piano per la ricerca e un piano per il Mezzogiorno. Una risposta immediata della CGIL è una prima restituzione di 500 euro per il 2010 di quanto già lavoratori e pensionati hanno pagato in più. E’ inoltre necessario ridurre le tasse per lavoratori e pensionati, attraverso la lotta all’evasione e all’elusione fiscale, la tassazione come in Europa delle rendite finanziare, dei grandi patrimoni e delle stock option, attraverso l’abbassamento della prima aliquota al 20 %”. I manifestanti protesteranno infine per chiedere la sospensione della Bossi-Fini per i migranti in cerca di rioccupazione, abolire il reato di clandestinità, riconoscendo la cittadinanza alla nascita nel nostro Paese ed estendere l’art. 18 del Testo Unico sull’immigrazione equiparando il reato di caporalato a quello di tratta sugli esseri umani. “Chiediamo la regolarizzazione dei migranti che lavorano, perché vogliamo costruire costruire un futuro per il Paese attraverso politiche di accoglienza e lotta alle nuove schiavitù’’.
La Cgil di Civitavecchia informa quindi che il corteo partirà da piazzale Flaminio alle  9,30 e si concluderà con il comizio di chiusura in viale Mazzini davanti alla sede della Rai alle 12. Per i civitavecchiesi l’appuntamento per raggiungere la Capitale è per le 7.30 sotto la sede della Cgil in viale Togliatti da dove partiranno i pullman messi a disposizione dal sindacato.  

Mat. Mar.

ULTIME NEWS