Pubblicato il

Verso il Madagascar i 4 ambasciatori di solidarietà

Un gruppo di ragazzi alla volta delle zone meno agiate nell’abito di un concorso letterario finanziato dalla Fondazione Cariciv Al loro ritorno Adriele Santos, Giorgia Sorbo, Maria Elena Convalle e Alessio Tacchi realizzeranno i loro ‘‘diari di bordo’’ Soddisfatto il presidente Vincenzo Cacciaglia: «I partecipanti avranno un ruolo fondamentale di sensibilizzatori»

Un gruppo di ragazzi alla volta delle zone meno agiate nell’abito di un concorso letterario finanziato dalla Fondazione Cariciv Al loro ritorno Adriele Santos, Giorgia Sorbo, Maria Elena Convalle e Alessio Tacchi realizzeranno i loro ‘‘diari di bordo’’ Soddisfatto il presidente Vincenzo Cacciaglia: «I partecipanti avranno un ruolo fondamentale di sensibilizzatori»

FONDAZIONECIVITAVECCHIA – Sono partiti questa mattina all’alba i 4 ragazzi vincitori del concorso letterario Ambasciatori di Solidarietà, realizzato dal Circolo Solidarietà ed Ambiente con la collaborazione del Comune e della Fondazione Cassa di risparmio di Civitavecchia. Il concorso altro non era che una prima fase del più ampio e omonimo progetto che prevede la presenza dei quattro ragazzi nelle zone meno agiate del Madagascar e la scrittura dei relativi resoconti delle attività svolte. Sull’isola africana i quattro civitavecchiesi collaboreranno con le strutture salesiane che da decenni aiutano una delle zone più povere della terra. Al loro ritorno Adriele Santos, Giorgia Sorbo, Maria Elena Convalle e Alessio Tacchi (questi i quattro vincitori) realizzeranno la cosiddetta fase 2 del Progetto che prevede la stesura di veri e propri diari di bordo della loro esperienza, al fine di diventare ambasciatori di pace. «Siamo molto contenti di aver aiutato a decollare questo progetto- ha affermato l’avvocato Cacciaglia – questi ragazzi che partono hanno un ruolo fondamentale, non tanto per il viaggio e le attività che vanno a svolgere, quanto per il loro lavoro di sensibilizzazione che li aspetta al ritorno», Vero motore del progetto è stato il Comune di Civitavecchia ed in particolare l’Unità organizzativa per la Cooperazione Internazionale Solidarietà e Pace; Questo ufficio, che è assemblato all’assessorato allo Sport e alle politiche giovanili, si sta dimostrando ormai da anni un vero e proprio fiore all’occhiello per le numerosissime attività che ha portato a termine e continua a portare a termine. «Questo progetto- ha affermato l’assessore Vinaccia – dimostra la continuità del lavoro amministrativo del Pincio, mi ricordo infatti che proprio in Madagascar è presente una scuola realizzata con i soldi che il Comune di Civitavecchia ha donato meno di 10 anni fa, questa iniziativa dimostra il nostro costante impegno continuativo e programmatico per le zone meno agiate. Soddisfatta e contentissima la presidentessa del Circolo Solidarietà e Ambiente: «Questo progetto, che nasce dall’idea di un nostro associato (Francesco Costa), renderà più comprensibile a tutti il reale senso di solidarietà che esiste nelle attività salesiane.

ULTIME NEWS