Pubblicato il

Via libera al rifacimento della viabilità rurale

ALLUMIERE. Dopo le abbondanti piogge, si attivano l’Università Agraria e il Comune L’Ente del vicepresidente Antonio Pasquini è in piena attività. Al lavoro per l’organizzazione della festa della vacca maremmana e per avviare un’interazione con gli alunni dell’istituto comprensivo. Sforzi anche per la realizzazione della filiera della carne locale

ALLUMIERE. Dopo le abbondanti piogge, si attivano l’Università Agraria e il Comune L’Ente del vicepresidente Antonio Pasquini è in piena attività. Al lavoro per l’organizzazione della festa della vacca maremmana e per avviare un’interazione con gli alunni dell’istituto comprensivo. Sforzi anche per la realizzazione della filiera della carne locale

ALLUMIERE – L’Università Agraria di Allumiere continua a portare a compimento i punti del programma elettorale: in questi giorni il team di patron Aldo Frezza stanno lavorando in collaborazione con il Comune di Allumiere e con l’assessore Stefanini. I due enti stanno intraprendendo una serie di interventi per la viabilità rurale dopo i problemi causati dalle abbondanti piogge. Intanto il vicepresidente Pasquini (nella foto) sta lavorando per l’organizzazione della ‘‘Festa della Vacca Maremmana’’ che si terrà in località Giovita dal 6 all’8 maggio prossimi. Importante poi la scelta di Pasquini di interagire con tutti gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Allumiere per far conoscere le attività dell’Ente anche a livello didattico e in più è stato annunciato che è già in cantiere un lavoro interattivo che riguarderà il mondo agricolo-zootecnico. Molti sforzi sono però rivolti alla realizzazione della filiera della carne maremmana. Questo progetto, però, secondo il consigliere d’opposizione, Giovanni Sgamma (Pdl) non si può realizzare ora e tanto facilmente. «Resto perplesso e incuriosito – ha scritto il consigliere di minoranza dell’Agraria, Sgamma – la filiera della carne non mi sembra obiettivo facilmente raggiungibile, visto che la nascita del bestiame è minima e pressoché zero. Mi chiedo se il vicepresidente Pasquini si è reso conto che la campagna elettorale per le regionali è finita. Perchè invece di prendere in giro gli utenti, l’amministrazione non procede all’allontamento dall’erbaio e dal terreno biologico del bestiame non a norma (senza merco) o il bestiame non autorizzato al pascolo nelle località Le Monte e Poggio Fercioso, visto che l’Ente ogni anno deve provvedere all’acquisto di fieno per rimpiazzare le lacune del proprio raccolto? Spero che il progetto della filiera della carne vada in porto ma questo “treno”, come dice Pasquini, per prenderlo dobbiamo sperare che ritardi».
Rom. Mos.

ULTIME NEWS