Pubblicato il

Via Veneto, i residenti chiedono più sicurezza

CIVITAVECCHIA – Vanno avanti le indagini della Polizia per cercare di risalire all’identità dei tre ladri-aggressori che ieri mattina all’alba, attorno alle 5.30, hanno picchiato con violenza due civitavecchiesi, padre e figlio, colpevoli di averli sorpresi a rubare nella propria abitazione, al quarto piano di un palazzo popolare di via Veneto, e di aver reagito, inseguendoli e riuscendo a bloccarne uno. A quel punto infatti i complici sono tornati indietro e, per liberare l’amico, si sono scagliati contro i due, dandosela poi a gambe.
La descrizione fornita, il fatto che fossero stranieri sui 35 anni, e soprattutto le numerose impronte lasciate sul posto sono alla base dell’indagine del commissariato di viale della Vittoria.
E soprattutto gli agenti si stanno concentrando sulle tracce di sangue trovate sia sulla scarpa Nike persa durante la fuga da uno dei tre malviventi, sia sul manico di una delle pale trovate in un vicino cantiere ed utilizzate per picchiare i due civitavecchiesi. Intanto a via Veneto i residenti alzano la voce e chiedono più sicurezza. «Siamo stati svegliati dalle urla e abbiamo visto soltanto gente che scappava, niente più era ancora buio – hanno spiegato alcuni vicini all’indomani dell’allarmante episodio – è impossibile andare avanti così però: la scorsa settimana si sono verificati tre furti e una decina di giorni fa, in uno stesso palazzo, i ladri hanno provato ad entrare, senza successo, in quattro appartamenti. Vogliamo più controlli e tranquillità in questo quartiere».

ULTIME NEWS