Pubblicato il

Viale Adige, i residenti chiedono chiarezza

CIVITAVECCHIA – Dopo delle dichiarazioni di Vittorio Petrelli circa le nuove costruzioni che dovrebbero sorgere in via Adige e in via Fratelli Cairoli si registrano interventi di associazioni e di cittadini che abitano nei condomini vicini a queste aree interessate. Anche loro si uniscono all’allarme lanciato dal leader di AeL: “Anche a noi non è stata fornita la documentazione nei tempi dovuti”. In particolare, i condomini di viale Baccelli numeri civici 180-186 hanno sottoscritto una lettera con la quale spiegano la situazione inerente l’area ex palazzina Enel di viale Adige e tutte le azioni da loro intraprese fino ad oggi. “La palazzina venne abbattuta nel 2006 – scrivono i condomini – e proprio ad agosto di quell’anno, sia come condominio adiacente che come comitato Viviambiente, chiedemmo informazioni sull’abbattimento alquanto sbrigativo dei pini secolari esistenti nell’area, sulla successiva demolizione della palazzina ex-Enel di cui non è stato possibile capire chi avesse firmato l’autorizzazione, nonché sull’impatto di un fabbricato di rilevante cubatura in procinto di essere realizzato”. Lo scorso 25 gennaio i cittadini hanno quindi fatto richiesta al Dipartimento Urbanistica di copia della documentazione relativa all’istruttoria in corso. “A quasi due mesi da quando è stata protocollata – proseguono i condomini di viale Baccelli – il 25 gennaio scorso, gli uffici preposti non hanno ancora risposto. L’impressione che ricaviamo è che probabilmente Petrelli non è il solo al quale non viene fornita nei tempi dovuti la documentazione correttamente richiesta. Certamente il Dipartimento Urbanistica offre un cattivo segnale ai cittadini oltre un’evidente mancanza di trasparenza.

ULTIME NEWS